myusa.it

New York Guida Viaggio

La guida per i viaggiatori, fatta dai viaggiatori!

My New York, la guida della “Grande Mela”

Attrazioni New York Trasporti New York Clima New York
New York (City) Pass Mappa New York Musei New York
Itinerari New York Hotel a New York Appartamenti New York
Vicino a New YorkTour a New York Distretti New York

nyproÈ sempre molto difficile riuscire a fare una panoramica introduttiva a New York City, chi ci è già stato lo può certamente comprendere. La “Big Apple” è talmente tanto, tutto insieme, che se si volesse descriverla in modo completo non basterebbero un milione di parole.
Molti, non conoscendola, la credono esclusivamente un “ammasso di altissimi grattacieli” ma la realtà è ben diversa. New York è una immensa metropoli che pullula di arte, cultura, attrazioni ed anche di storia, seppur di più recente datazione rispetto alle grandi città europee. Ma questo vuol dire poco in realtà, perché quella che una volta veniva chiamata Nuova Amsterdam, ha saputo, nei secoli, spingersi in modo incredibile verso il futuro, pur riuscendo a mantenere salde le sue radici storiche, il suo passato coloniale, il fenomeno dell’immigrazione ad inizio ‘900, la grande depressione e il boom economico.
La fortissima diffusione dell’Art Déco, di cui è un chiaro esempio l’Empire State Building, ha conferito a questa città uno stile davvero unico, che si è riuscito ad armonizzare in modo perfetto con le precenti correnti architettoniche.

New York City, la più grande metropoli degli Stati Unti, l’agglomerato urbano conta 8.391.881, è uno dei maggiori centri culturali dell’america e di tutto l’occidente. Una città che unisce storia e modernità in un modo unico, New York è un luogo senza tempo, una metropoli grande e caotica ma sempre incredibilmente calda e accogliente.
C’è tanto da vedere e tanto da scoprire, da ascoltare, vivere ed assaporare, vi diremo cosa vedere, quando andare, cosa mangiare e come trovare Hotel a New York, ma solo partendo potrete conoscere veramente New York e il suo spirito.

guida viaggio new yorkLo skyline da Top of the Rock!

Un po’ di storia
Le zone adiacenti al fiume Hudson (nella foto qui a sinistra) erano abitate, prima della colonizzazione, dai Lenape, tribù deidta essenzialemte all’agricoltura che aveva creato diversi insediamenti ma, come sappiamo, le popolaziono indigene non avevano mai creato agglomerati urbani.
Fu Henry Hudson il primo occidentale a mettere piede sull’isolotto di Manhattan nel settembre del 1609; Hudson, cittadino inglese, lavorava per la Compagnia Olandese delle Indie Occidentali. La colonizzazione iniziò poco tempo dopo, già nel 1613 gli olandesi avevano battezzato la neonata cittadina commerciale Fort Amsterdam e costruito un porto utilizzato per il commercio tra europa e america.
Nel 1664 la città venne conquistata dagli inglesi e ribattezzata New York nome che rimase sino ad oggi, tranne per un periodo di tempo molto breve in cui la città ricadde nelle mani olandesi.
Con gli inglesi New York divenne un importante punto di snodo per le rotte commerciali tra europa e america. Durante Guerra di Indipendenza nel 1795 la città fub teatro di forti scontri tra gli indipendentisti e la madre patria. Gli inglesi lasciarono definitivamente la città nel 1893. Da quel momento a New York venne stanziato il Congresso della neonata Confederazione. Grazie al grande sviluppo economico della zona, agli inizi del XX secolo, la città divenne meta di una forte immigrazione europea, soprattutto irlandesi ed italiani che venivano “accolti” al loro arrivo ad Ellis Island (dove c’è un museo dedicato all’immigrazione) e rispediti a casa se non in buone condizioni di salute. Negli anni ’30 raggiunse il suo apice il potere della mafia made in italy, con il terribile Al Capone che controllava praticamente tutta la città. Nel 1939 New York, come il resto degli Usa, fu duramente colpita dalla grande crisi economica.
L’11 settembre 2001, per la prima volta nella storia dalla loro indipendenza, la guerra entrava nel territorio Usa: due aerei dirottati da terroristi dell’organizzazione Islamica Al Quaeda si schiantano contro le torri gemelle del World Trade Center. I morti furono 2974. Un lutto enorme, una ferita inguaribile per gli Stati Uniti e per tutto l’occidente.

NYC

2 Comments

LEAVE A COMMENT

FEEDBACK

/* ]]> */