Info super importante!

Prima di partire per gli USA (o qualunque altra destinazione) non dimenticare di portare con te una buona polizza viaggio.
Ti aiuto io a scegliere quella giusta (con sconti super!)


Cosa vedere a Boston? Se c’è una città americana in cui si può davvero respirare “aria europea”, quella è certamente Boston, la città con una delle maggiori concentrazioni di atenei universitari al mondo.
Una città “a misura d’uomo”, riferendoci strettamente al suo downtown (centro città) che può essere visitata senza ricorrere eccessivamente all’utilizzo di mezzi pubblici, tra l’altro molto efficienti. Per cui armatevi di una mappa digitale (o cartacea per i nostalgici), voglia di camminare e una fotocamera che vi aiuterà a ricordare per sempre gli angoli di questa affascinante città della East Coast USA.

Risorse per il viaggio

Abbiamo selezionato le migliori risorse per organizzare il viaggio spendendo poco e senza rinunciare alla sicurezza. #viaggiaintelligente

Ticket tour ed attrazioni top

Prenota gli hotel spendendo il giusto!

Le migliori Assicurazioni Viaggio (indipensabile!)

Noleggio Auto: confronta le offerte delle migliori compagnie

Voli

Boston City Pass!

Risparmia fino al 47% sui ticket delle principali attrazioni a pagamento come New England Aquarium, Museo della Scienza, Osservatorio Skywalk presso il Prudential Center, Biglietto opzionale: Museo delle Belle Arti di Boston O Boston Harbor Cruises
Più informazioni sul Boston City Pass

Boston: cosa vedere

Boston è una moderna e dinamica che è riuscita a non dimenticare il suo passato coloniale.
L’arte e la cultura sono da sempre centrali a Boston, tanto che a fine ‘800 la città era soprannominata “l’Atene d’America”.

L’architettura dei quartieri prossimi al downtown è tra le più interessanti al mondo poiché vi convivono imponenti opere moderne e storici edifici ottocenteschi.

Approfondimenti da non perdere

Vediamo una lista delle attrazioni più importanti da non perdere a Boston

Freedom Trail

La visita della zona storica di Boston è agevolata da una “linea rossa”, la Freedom Trail, che segna il percorso da seguire per vedere tutta la parte vecchia.

freedom trail boston
I mattoncini rossi del Freedom Trail

In questo modo è facile arrivare al Visitor Information point di Boston Common e da li iniziare a seguire questa doppia riga rossa in terra, a volte è fatta con dei mattoni, in altri tratti è solamente dipinta. Il percorso, lungo più o meno 2,5 miglia (circa 4 km), vi poterà alla scoperta dei cosiddetti must di Boston, le attrazioni che non potete proprio perdervi.

Si inizia quindi dal Boston Common, il parco pubblico più antico degli Stati Uniti. Questo parco non è solo un’oasi di verde nel cuore della città, ma anche un luogo carico di storia, un tempo punto di raduno per le truppe britanniche e scenario di esecuzioni pubbliche nel XVII secolo.

Proseguendo, il percorso ti porta alla Massachusetts State House, con la sua inconfondibile cupola dorata che brilla sulla Beacon Hill. Questo edificio imponente ospita il governo del Massachusetts e rappresenta un simbolo della politica e della storia dello stato.

A pochi passi si trova la Park Street Church, una chiesa del XIX secolo che ha svolto un ruolo cruciale nel movimento abolizionista. È famosa per essere il luogo dove fu eseguito per la prima volta il celebre inno “America (My Country, ‘Tis of Thee)”.

Continuando, raggiungerai il Granary Burying Ground, un cimitero storico dove riposano figure che hanno segnato la storia del paese come Samuel Adams, Paul Revere e John Hancock. Questo luogo solenne offre un momento di riflessione sulla nascita della nazione.

La King’s Chapel, con il suo stile georgiano, è la prossima tappa. Fondata nel 1686, questa chiesa anglicana è un esempio straordinario di architettura storica.
Non lontano, una statua di Benjamin Franklin si erge nel sito della Boston Latin School, la prima scuola pubblica d’America, a testimonianza dell’importanza dell’istruzione fin dagli albori della città.

Il percorso continua con la Old Corner Bookstore, un tempo centro letterario frequentato da autori illustri come Nathaniel Hawthorne e Henry Wadsworth Longfellow. Questo edificio conserva ancora il fascino del suo passato letterario.
L’Old South Meeting House è un altro punto cruciale del sentiero. Questo luogo di incontro fu fondamentale per i patrioti americani e famoso per i discorsi che portarono al Boston Tea Party.

Proseguendo, troverai l’Old State House, il più antico edificio pubblico di Boston, che fu teatro del Massacro di Boston nel 1770, un evento che contribuì ad alimentare la Rivoluzione Americana. Qui vicino, il Boston Massacre Site è segnato da una rotonda di ciottoli che ricorda quel tragico evento.

Faneuil Hall è la tappa successiva, noto come “la culla della libertà”, dove numerosi discorsi contro la corona britannica infiammarono gli animi dei colonisti. Questo mercato storico è ancora oggi un vivace centro di attività.

La Paul Revere House, la casa del famoso patriota, offre uno sguardo sulla vita quotidiana del XVIII secolo e racconta la storia della leggendaria corsa notturna di Revere per avvertire delle truppe britanniche in avvicinamento.

L’Old North Church è un altro punto saliente, da dove partì il segnale “uno se via terra, due se via mare” che avvertì della marcia britannica su Lexington e Concord. Questo evento è immortalato nella storia americana.

Il percorso continua attraverso il Copp’s Hill Burying Ground, un antico cimitero con una vista panoramica sul porto di Boston, che offre una pausa riflessiva prima di arrivare alla USS Constitution. Conosciuta come “Old Ironsides”, questa nave da guerra è la più antica nave da combattimento a vela ancora a galla e rappresenta un simbolo della forza navale americana.

Il viaggio termina al Bunker Hill Monument, un imponente obelisco che commemora la Battaglia di Bunker Hill, una delle prime e più significative battaglie della Rivoluzione Americana. Questo monumento segna la fine di un percorso ricco di storia e di storie, che racconta la nascita di una nazione e il coraggio dei suoi fondatori.

old state house boston
Old State House Boston

Alcuni consigliano di visitare in due giorni il percorso, soffermandosi ad approfondire ogni tappa. Comunque posso assicurarvi che potrete percorrerlo tutto e con la dovuta calma in una giornata scarsa, evitando di andare troppo velocemente: gustatevelo… 

Fenway Park

Davvero raramente inseriamo tra i must di una città un impianto sportivo ma per Boston abbiamo dovuto fare l’eccezione. Il baseball è un po’ uno stile di vita per questa città e anche se difficilmente saprete apprezzare questo sport, almeno se siete neofiti, vedere un match casalingo dei Red Sox, celeberrima squadra di Boston, è sicuramente un modo per vivere al meglio la città.
Sito al 4 Yawkey Way, fu inaugurato nel lontano 1912 e da allora è sempre stata la casa dei Boston Red Sox. Il campionato della Major League Baseball inizia ad Aprile e termina a Settembre: a volte è possibile acquistare online i biglietti per i match, altre direttamente il giorno dell’incontro a Lansdowne Street. Scontata la presenza dei bagarini che cercheranno in tutti i modi di vendere i biglietti: fate attenzione!

Metropolitana: Kenmore oppure Fenway

fenway park boston

Cambridge: Harvard & Harvard Square

Da non perdere anche la city di Cambridge (praticamente attaccata a Boston e raggiungibile anche in metropolitana) dove sorge l’università di Harvard, una delle migliori università al mondo di cui potrete visitare il campus, giusto per farvi un’idea della differenza tra gli atenei americani e quelli del nostro amato paese. Di fronte all’ingresso principale del campus c’è uno store che vende merchandising ufficiale Harvard, belle le felpe ma ve le faranno pagare ben bene.

Una zona centralissima di Cambridge da non perdere è quella che fa riferimento a Harvard Square: nei pressi sorge infatti la Christ Church, carinissima ed antica chiesa con annesso cimitero risalente alla Guerra d’Indipendenza, l’Harvard Art Museum la cui espansione è stata progettata da Renzo Piano, l’Harvard Museum of Natural History ed il Cambridge Common che sorge dinanzi ad Harvard Yard (il campus universitario) ed è il luogo dove il Generale George Washington prese il comando dell’esercito continentale nel 1775.

Metropolitana: Harvard

harvard boston
Il campus della Harvard University

Boston Harbor Islands

Come già detto Boston sorge su una serie di isole ed isolotti; non potete quindi non dirigervi al Boston Harbor che conta ben 34 isolotti molti dei quali si prestano ottimamente per escursioni e birdwatching. Se trovate una bella giornata non mancate di prendere il traghetto e di scegliere una o più isole da visitare. Avrete una vasta varietà di ecosistemi tra cui scegliere, tra spiagge sabbiose, rocce, boschi,…
Le isole più importanti sono Georges Island con il suo Fort Warren gestito dal National Park Service; Lovells Island ottima per rilassarsi e prendere il sole magari facendo anche un pic nic; Spectacle Island ben attrezzata per il turismo con il suo piccolo porticciolo e i sentieri da non perdere.
Il traghetto si prende da Long Wharf.

Metropolitana: Aquarium (Long Wharf), poi traghetto

boston viaggio

Copley Square

Come si può andare a Boston senza passare su questa storica piazza su cui si affacciano alcuni degli edifici più importanti della città?!

Storicamente, Copley Square ha subito numerosi cambiamenti. In origine, la zona era una palude, poi bonificata durante il XIX secolo. La piazza ha ospitato numerosi edifici di rilievo nel corso degli anni, trasformandosi in quello che può essere considerato il cuore della città.

Uno dei punti salienti è la Trinity Church, costruita nel 1877 e progettata dall’architetto Henry Hobson Richardson. Questa chiesa in stile romanico è famosa per gli splendidi interni affrescati. Di fronte alla chiesa troviamo la Boston Public Library, aperta nel 1895, è la prima grande biblioteca pubblica gratuita negli Stati Uniti, con una collezione di oltre 23 milioni di opere.

Copley Square è anche famosa per il John Hancock Tower, il grattacielo più alto di Boston, che offre una vista spettacolare sulla città. Accanto si trova il Fairmont Copley Plaza, un hotel di lusso che ha ospitato celebrità e dignitari fin dalla sua apertura nel 1912.

Ogni anno, la piazza è il punto di arrivo della Maratona di Boston, uno degli eventi sportivi più prestigiosi del mondo

Metropolitana: Copley

copley square boston
Trinity Church a Copley Square

Musei di Boston

Boston, lo abbiamo già detto, è una delle capitali della cultura per gli Stati Uniti d’America. Non so se abbia la strepitosa offerta di musei di città come New York City o Washington DC ma vi assicuro che gli amanti dell’arte non resteranno delusi. C’è solo da fare una cernita e capire su quali andare! (io consiglio sicuramente Museum of Fine Arts e Isabella Stewart Gardner Museum)

Museum of Science

Il Museum of Science è uno dei musei scientifici più importanti degli Stati Uniti d’America. Situato lungo il fiume Charles, il museo offre la possibilità di esperienze interattive, interessanti sia per grandi che per piccoli. Ospita più di 700 esposizioni permanenti che spaziano dalla biologia alla fisica, dall’astronomia alla tecnologia. Non perdetevi assolutamente il Planetario Charles Hayden, che offre spettacoli straordinari sullo spazio e le stelle. Il museo è anche sede di un teatro IMAX, dove i visitatori possono godere di film educativi in alta definizione.

Museum of Fine Arts

Il Museum of Fine Arts di Boston (MFA) è una delle istituzioni culturali più prestigiose della città, noto per la sua vasta collezione di opere d’arte che coprono un arco temporale di oltre 5000 anni. La collezione comprende capolavori di artisti europei come Rembrandt, Van Gogh e Monet, nonché importanti opere di arte americana, asiatica e antica. Il museo ospita anche mostre temporanee di alto livello, che attraggono visitatori da tutto il mondo.

Isabella Stewart Gardner Museum

L’Isabella Stewart Gardner Museum è un gioiello unico nel panorama museale di Boston. Fondato da Isabella Stewart Gardner, il museo è ospitato in un edificio che ricorda un palazzo veneziano. La collezione del museo riflette il gusto eclettico della sua fondatrice, con opere che spaziano dall’arte europea, asiatica e americana. Tra i pezzi più celebri vi sono opere di Botticelli, Rembrandt e Sargent. Il museo è anche famoso per un misterioso furto avvenuto nel 1990, quando furono rubate 13 opere d’arte che non sono mai state recuperate.

John F. Kennedy Presidential Library and Museum

La John F. Kennedy Presidential Library and Museum è dedicata alla vita e al lascito del 35º presidente degli Stati Uniti, John F. Kennedy. Situata in un edificio progettato dall’architetto Ieoh Ming Pei, la biblioteca offre una panoramica dettagliata della carriera politica di Kennedy, della sua famiglia e degli eventi cruciali del suo mandato, come la Crisi dei missili di Cuba e il programma spaziale Apollo. I visitatori possono esplorare mostre interattive, documenti storici, fotografie e filmati d’archivio.

Boston Tea Party Ships and Museum

Il Boston Tea Party Ships and Museum riporta i visitatori all’evento cruciale del 16 dicembre 1773, quando i coloni americani protestarono contro le tasse britanniche gettando il tè nel porto di Boston. Il museo dispone di repliche delle navi usate durante l’evento, e i visitatori possono partecipare a rievocazioni interattive, dove possono anche gettare il “thè” in acqua. Le esposizioni includono manufatti originali, presentazioni multimediali e un film che narra la storia del Boston Tea Party e il suo impatto sulla Rivoluzione Americana.

Boston Children’s Museum

Il Boston Children’s Museum è uno dei più antichi e grandi musei per bambini del mondo. Fondato nel 1913, il museo è dedicato a stimolare la curiosità e l’apprendimento attraverso il gioco interattivo. Le esposizioni sono progettate per essere toccate e esplorate, incoraggiando i bambini a imparare facendo. Tra le attrazioni principali vi sono l’Esploratorium, un grande spazio per le attività fisiche e mentali, e il Japanese House, una vera casa giapponese trasportata e ricostruita all’interno del museo. Il Boston Children’s Museum è un luogo dove i bambini possono sperimentare la scienza, l’arte, la cultura e la storia in modo divertente e coinvolgente.

North End Boston

North End è un carino e tranquillo quartiere che può essere a tutti gli effetti considerato una sorta di Little Italy visto che fu fortemente interessato dall’immigrazione di nostri connazionali nella prima metà del ‘900. Così può divenire il luogo ideale dove fare quattro passi di pomeriggio e fermarsi a cena in uno dei tantissimi ristoranti italiani, di cui alcuni sono davvero di ottima qualità.
Quindi, uno dei pochi luoghi d’America (tra le grandi città) dove la nostra comunità è ancora forte e le nostre tradizioni sono riuscite a rimanere quasi intatte, non eccessivamente contaminate dal melting plot della città. Andateci!

Un ristorante dove siamo stati davvero bene è Mamma Maria (3 North Square): dal nome sembrerebbe la classica trattoria che propone piatti tipi della tradizione italiana. In realtà le portate sono piuttosto ricercate e il prezzo medio è alto. Bella location, materie prime di qualità e buon idee

Metropolitana: Boston North Station

little italy boston

Charles River Esplanade

Quando sentirete la necessità di una pausa dal traffico cittadino potrete tranquillamente rifugiarvi in questo bellissimo parco, un altro dei must di Boston. Aspettate una bella giornata per andare, magari in primavera inoltrata o in tarda estate e godetevi i suoi lunghi sentieri dove potrete camminare o fare jogging. All’interno troverete innumerevoli opere d’arte e potrete ammirare il bello skyline cittadino.

Metropolitana: Charles/MGH oppure Kenmore

Beacon Hill

Beacon Hill è uno dei quartieri più affascinanti e storici di Boston, noto per le sue strade acciottolate, le eleganti case in mattoni rossi e i pittoreschi lampioni a gas.

Il nome Beacon Hill deriva da un faro (beacon) che fu eretto sulla sua sommità nel 1634 per avvertire i coloni di eventuali pericoli. Durante il XVIII secolo, Beacon Hill divenne un centro di attività politiche e sociali. La costruzione della Massachusetts State House nel 1798, progettata da Charles Bulfinch con la sua caratteristica cupola dorata, consolidò il ruolo del quartiere come fulcro del governo statale.
Nel XIX secolo, Beacon Hill era un centro di abolizionismo. Molti residenti erano attivi nella lotta contro la schiavitù e il quartiere ospitava diverse stazioni della Underground Railroad, offrendo rifugio agli schiavi fuggitivi. Personaggi come Charles Sumner e Louisa May Alcott erano tra i suoi abitanti più illustri.

Una delle perle del quartiere è Louisburg Square, una piazza privata circondata da alcune delle case più esclusive di Boston. Passeggiando per questa piazza, si può ammirare l’eleganza architettonica delle residenze storiche e la tranquillità che pervade l’ambiente, un vero angolo di paradiso urbano.

Un’altra tappa imperdibile è il Boston Athenaeum, una delle biblioteche più antiche e prestigiose degli Stati Uniti. Fondata nel 1807, l’Athenaeum ospita una vasta collezione di libri rari e opere d’arte, ed è un luogo di ritrovo per studiosi e appassionati di letteratura.

Il Nichols House Museum, situato in una casa del 1804, offre un affascinante spaccato della vita borghese del XIX secolo a Boston. I visitatori possono esplorare gli interni ben conservati e ammirare le mostre d’arte e i mobili d’epoca, che raccontano la storia della famiglia Nichols e della società bostoniana dell’epoca. Ogni stanza del museo è un viaggio nel tempo, che permette di rivivere le abitudini e lo stile di vita di un’epoca passata.

La Vilna Shul, costruita nel 1919, è un’altra attrazione significativa di Beacon Hill. Essendo l’ultima sinagoga ortodossa rimasta a Boston, oggi serve come centro culturale e museo. Qui, i visitatori possono conoscere la storia della comunità ebraica del quartiere e la sua importanza nella vita sociale e religiosa della città. Le mostre e gli eventi ospitati dalla Vilna Shul offrono una prospettiva unica sulla diversità culturale di Boston.

Beacon Hill è perfetto per passeggiate rilassanti. Le strade alberate e i giardini curati creano un ambiente tranquillo e appagante, ideale per una passeggiata pomeridiana. Charles Street è un po’ il cuore del quartiere. Qui troverete boutique eleganti e caffetterie storiche.

Durante l’anno, il quartiere ospita numerosi eventi e festival. Il Beacon Hill Art Walk, per esempio, permette ai visitatori di esplorare cortili privati e vicoli nascosti, trasformati in gallerie d’arte all’aperto. Durante le festività natalizie, le Decorated Doors of Beacon Hill vedono le case del quartiere adornate con ghirlande e luci festive, creando un’atmosfera magica e accogliente.

Metropolitana: Charles/MGH

acorn street boston

Samuel Adams Brewery

Se siete appassionati conoscitori di birra o siete semplicemente curiosi, recatevi per un tour alla Sam Adams Brewery, celeberrima birra del New England che troverete in tantissimi ristoranti. Non siamo nel centro di Boston ma potrete comunque raggiungerla con la metropolitana in 25-30 minuti dal centro, fermando a Stony Brook. La visita è gratuita anche se è gradita un’offerta.

Metropolitana: Stony Brook

Dintorni di Boston

Come segnalato non lontano da Boston c’è New York, le cascate del Niagara, lo stato del Vermont ed il confine con il Canada; potete visitare anche la cittadina di Salem, famosa per il processo alle streghe o Plymouth dove è sbarcata la Mayflower ripercorrendo l’inizio della storia Usa.
Insomma 4 giorni bastano per vedere tutta la città, poi potrete concentravi nei dintorni.
Arrivando alle conclusioni, Boston è una città davvero incantevole che merita senza dubbio una visita. Può anche divenire l’inizio di un tour più ampio che vi porti a scoprire le bellezze (e sono tante) del nord-est degli Stati Uniti.