• Search
Viaggi Indimenticabili negli USA
utah cosa vedere

Utah cosa vedere: le migliori attrazioni da non perdere in Utah

dove sei: Home » Utah cosa vedere: le migliori attrazioni da non perdere in Utah
andrea assicurazioni

Lo Utah è sicuramente uno degli stati USA più ricchi di cose da vedere, molti dei parchi più belli del Nord America si trovano da quelle parti.
Un viaggio nello Utah difficilmente si dimentica e per visitare tutto ci vorrebbe un mese: bisogna però essere bravi a fare una cernita quando si pianifica il proprio viaggio, onde evitare di visitare troppe cose simili. Ma già vi avviso che eliminare le possibili mete sarà molto dura perché fatico a trovare una cosa tra quelle che elencherò, che può essere saltata “a cuor leggero”.

Io ho impiegato diversi viaggi per visitare tutto, a me piace variare: come non andrei mai a fare un viaggio di solo mare, così non farei 14 giorni di soli canyon.

Il meraviglioso stato dello Utah offre tantissimo a livello naturale, ben poco per quanto riguarda città e cittadine. Le uniche degne di nota sono Salt Lake City (la più grande, la capitale) e la carinissima Kanab, all’estremo sud. Ogden, nei pressi  di SLC è piacevole.
Potreste abbinare lo Utah al solito California e Arizona, oppure virare verso nord e quindi Wyoming, Idaho, Montana, … le possibilità sono davvero infinite.

Zion National Park

sud ovest Utah, quasi a confine con l’Arizona
Lo Zion Nationa Park è uno dei miei parchi preferiti, un luogo magico dove la natura dimostra la sua forza. Va vissuto con rispetto, non solo per l’ambiente ma anche per se stessi. Quello che troverete è uno scenario davvero molto particolare, una zona rocciosa ma più verde rispetto ad un Bryce o ad un Canyonlands.
Ci sono tantissime escursioni cui prendere parte ma la prima cosa da fare è percorrere la Zion Canyon Scenic Drive che segue il North Fork del Virgin River: percorretela (anche in navetta nel periodo che va da febbraio a novembre) per ammirare alcuni degli scorci più belli dello Zion.
Il pezzo forte sono però i trail, ce ne sono tantissimi veramente belli. Quelli che ho percorso io sono:
The Narrows: non per intero ovviamente (sono 26km), due ore d’andata e poi mi sono girato. Si tratta di una camminata meravigliosa nel fiume Virgin River all’interno di un canyon alto anche 600m. Sarete bagnati per tutto il percorso, visto che dovrete guadare il fiume, però è una delle più belle esperienze che io abbia mai fatto in un parco. Fate molta attenzione prima di avventurarvi ai cartelli che avvertono di possibili flash flood, può diventare un’escursione molto pericolosa se il meteo non è giusto.

zion utah
The Narrows

Altra esperienza adrenalinica è Angel’s Landing, un percorso che regala panorami mozzafiato e passaggi da brividi, assolutamente sconsigliato a chi soffre di vertigini.
Poi c’è Observation Point, lungo ed impegnativo; si passa uno slot canyon e si sale fino al punto di osservazione: che vista!
In tutti i percorsi dello Zion occorre prestare massima attenzione, consiglio sempre di andare dai ranger al visitor point e chiedere aiuto per i percorsi, loro sapranno suggerirvi al meglio.

Bryce Canyon National Park

zona sud ovest dello Utah
Altra grande meraviglia dello Utah del sud è il Bryce Canyon che non si trova molto lontano dallo Zion. Eppure è un parco molto diverso da questo, è una sorta di Grand Canyon formato da migliaia di hoodoos, ovvero formazioni rocciose dalla particolare forma a punta e dai colori pastello. Ammirarlo all’alba o al tramonto è un’esperienza.
Come per lo Zion, ci sono vari punti panoramici sparsi per la strada principale, potete andare con la vostra auto e sostare per le foto.

bryce canyon
Anche qui sono tantissimi i trail disponibili, l’ultima volta ci siamo fatti ben 18km di camminate in sali e scendi, nel mezzo del canyon (non vi preoccupate, i sentieri tracciati sono ben segnalati). Come sempre il segreto è andare sul sito del NPS, leggere se ci sono avvisi particolari e poi scegliere uno tra i trail proposti in base al tempo che avete e a quanto siete disposti a faticare.

Glen Canyon National Recreation Area

sud Utah
Glen Canyon National Recreation Area e Lake Powell formano un’enorme area di canyon che sono stati coperti d’acqua a seguito della deviazione del fiume Colorado. Si tratta di una zona meravigliosa, assurda, che si trova a confine con l’Arizona.
L’area è vastissima e dovrete decidere cosa fare prima di andare: le attività sono tante, molte delle quali si fanno a bordo di barche.
Potete visitare il Rainbow Bridge National Monument (barca + escursione a piedi), bellissimo è il Reflection Canyon (complicato da raggiungere ma assurdo). Molti dei tour in barca partono da Wahweap Marina, appena varcato il confine dell’Arizona. Il mio consiglio comunque è di partire con le idee ben chiare su cosa vedere e come fare per arrivarci.

Rainbow Bridge

Kanab

Kanab oltre ad essere un punto d’appoggio privilegiato per visitare il Bryce Canyon, lo Zion e l’Escalante National Monument, è anche una cittadina che merita di essere visitata. Stiamo parlando di un piccolo centro urbano, quindi non serve sicuramente troppo tempo.
Negli anni Kanab è stata scelta come location di numerosi set, tanto da essere ormai conosciuta con l’appellativo di Little Hollywood dello Utah (infatti c’è il Little Hollywood Museum) . Fate una passeggiata in centro, magari per un pranzo o una cena e se avete tempo ci sono alcune chicche fuori città che meriterebbero.
Una è la città fantasma di Old Paria Ghost Town, poi ci sono i Paria Rimrocks Toadstool Hoodoos ed il super suggestivo Buckskin Gulch.

utah cosa visitare

Grand Staircase-Escalante National Monument

sud Utah
Il Grand Staircase-Escalante National Monument occupa una vastissima area compresa tra il Bryce Canyon e il Glen Canyon. Una zona immensa ed impervia, che solo in parte è possibile visitare.
Tra i must della zona troviamo due slot canyon, il Peek-a-boo Canyon e il Spooky Slot Canyon dove è bene fare molta attenzione, sia per raggiungerli, sia per visitarli: si tratta di una zona poco turistica, quindi mal segnalata. Non avventuratevi se non sapete ciò che state facendo.

grand starircase utah
Slot Canyon at Grand Staricase

Altra meraviglia è il Willis Creek (davvero una sopresa) e la strada sterrata intitolata al pioniere John Atlantic Burr (Burr Trail). Assurdo anche lo scenario che troverete a Little Egypt dove tante piccole e strane formazioni rocciose di colore rosse interrompono la monotonia dell’ambiente.
C’è davvero tanto da fare ma con molta attenzione e preparazione, visto che è una zona poco battuta dal turismo.

Capitol Reef National Park

Il Parco nazionale di Capitol Reef viene spesso snobbato negli itinerari, sicuramente ha dei vicini “decisamente importanti” come lo Zion ed il Bryce ma lasciatemi dire che Capitol Reef merita davvero.
La Scenic Drive del parco da già una bella panoramica sulla zona ma vi consiglio di recarvi subito al visitor center dove potrete chiedere informazioni sul da farsi. Non perdetevi Fruita, un improbabile frutteto nel mezzo del Capitol Reef, una figata!
Poi se avete tempo potrete scegliere fra i vari trail che trovate anche nel sito del NPS. Noi abbiamo fatto il Cohab Canyon Trail che è secondo me molto suggestivo ed un ottimo compromesso per durata e difficoltà.

capitol reef utah
Cathedral Valley Capitol Reef National Park

Monument Valley Tribal Park

Uno dei parchi simbolo del south west USA è sicuramente la bellissima Monument Valley che sorge all’interno della Navajo Nation, la riserva Navajo a confine tra Utah e Arizona.
Il parco è da vedere assolutamente, si paga l’ingresso e si gira semplicemente in auto tra le formazioni di roccia rossa.
Il parco è appunto gestito dai nativi e non dal National Park Service: questi organizzano anche tour guidati ma vi assicuro che si può fare tutto da soli senza problemi.

monument valley utah
I Navajo hanno recentemente deciso di danneggiare la zona creando un costoso resort proprio a ridosso della valle; sarà anche del colore delle rocce ma è decisamente uno scempio. Devo ammettere che la vista che si gode dal The View Hotel, questo il nome, è stupenda, ma non amo che si deturpi la natura incontaminata in quel modo, per fini di business.
Per il resto la Monument è davvero uno dei simboli del west USA, un luogo magico, che da il meglio in ogni stagione e a qualunque ora del giorno.

Canyonlands National Park

Il Canyonlands National Park vanta alcune delle aree più remote del nord america, un parco vasto in cui è molto complesso pianificare una visita. Si divide in tre grandi zone: Island in the Sky, Needles e The Maze.
Island in the Sky (nord) è comunque la zona più facile da raggiungere e visitare e varie strade asfaltate conducono ad alcuni punti di vista stupendi come il Grand View Overlook, Shafer Road Overlook, Buck Canyon Overlook e Green River Overlook.
Molto popolare, anche perché poco impegnativo è il trail che vi porta fino al Mesa Arch.

canyonlands utah
La sezione di Island in the Sky è affascinante, chilometri e chilometri di mesas di arenaria che procedono all’orizzonte, fino a che il vostro occhio riesce a vedere.
The Needles è già più complessa da visitare mentre The Maze è davvero off-limits a meno che non siate dei veri esperti in escursioni e sopravvivenza.

Dead Horse Point State Park

Se volete un panorama quasi al livello dell’Horseshoe Bend (per me inarrivabile), recatevi al Dead Horse Point State Park che si trova tra Canyonlands e Arches.
Se vi limitate all’overlook la visita porta via poco tempo ed è molto molto appagante: si entra, si paga, si segue la strada fino al magnifico Dead Horse Point dove vi accoglierà una veduta incredibile.

dead horse point
Dead Horse Point

Arches National Park

Vi starete chiedendo: quanti diavolo di parchi stupendi ci sono nello Utah?! Tantissimi, Arches è l’ennesimo capolavoro della natura.
A differenza del vicino Canyonlands, Arches è più pratico da visitare ed ha una scenic road lunga 18 miglia che si avvicina a molti punti di interesse, quindi potrete prendere parte a brevi o lunghi trail. Il tema principale del parco, come avrete intuito, sono improbabili archi di roccia, formatisi in modo del tutto naturale grazie all’erosione dovuta al vento. Tra gli archi, uno dei più famosi è il Delicate Arch che non è affatto complicato raggiungere.
Come sempre consiglio di recarsi al visitor center per avere informazioni aggiornate e definire meglio il da farsi, anche se è bene andare informati.

arches utah
Delicate Arch

Bonneville Salt Flats

Se cercate un paesaggio lunare vale la pena dirigersi alle Bonneville Salt Flats, una sconfinata e piatta distesa di bianchissimo sale che in molti tratti è anche percorribile in auto. Qui infatti vengono fatti spesso test di velocità per vari veicoli.
Siamo quasi a confine con il Nevada, vicino all’assurda città di Wendover che nella parte ovest è nel Nevada, ha un suo fuso ed è legale il gioco d’azzardo ed una parte è nello Utah, sta un’ora avanti e non ci sono casinò.
Mi sono divertito tanto a guidare in questo paesaggio surreale, mai visto niente del genere.

salt flat uath

Salt Lake City

Salt Lake City è la capitale dello stato dello Utah e l’unica vera città che troverete. Non è una metropoli e ci si può tranquillamente concentrare nelle zone centrali, cioè a ridosso di Temple Square, vero fulcro di Salt Lake City.
SLC è la città dei mormoni, la loro capitale: passeggiando per il curatissimo e piccolo centro città li scoverete. A Temple Square c’è il famoso tempio mormone della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni e nei pressi il Tabernacle e la Assembly Hall: i mormoni sono una setta molto chiusa, potente e ricca, come potrete notare.
Vale la pena poi dirigersi allo State Capitol, il campidoglio dello stato e infine recarsi ad ammirare il panorama da The Living Room Trailhead, un sentiero di 3km (andata e ritorno) che porta ad un punto di vista privilegiato sulla città.

salt lake city utah

Antelope Island, Great Salt Lake

Non lontano da Salt Lake City c’è l’Antelope Island State Park, una penisola che si affaccia sul Grande Lago Salato (Great Salt Lake). In questa riserva naturale (con ingresso a pagamento) troverete ottimi trail e praterie abitate dai bisonti. Sono animali davvero affascinanti, massicci e pacifici e la prima volta li ho visti proprio qui. Non perdetevi Buffalo Point, un bel punto panoramico sul lago salato.

antelope island utah

Flaming Gorge National Recreation Area

A confine con il Wyoming c’è una zona molto bella che corrisponde alla Flaming Gorge National Recreation Area: canyon, acqua, vegetazione per un paesaggio che è un perfetto mix tra le praterie del Wyoming e i canyon dello Utah.
Non perdetevi il Red Canyon e i vari overlook sparsi per la zona.

flaming gorge utah

 

 

 

 

Scritto da
Andrea Tobanelli

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Vedi tutti i post
Scritto da Andrea Tobanelli