myusa.it
cosa vedere cape cod
dove sei: Home » Guide USA » Cape Cod

Cosa Vedere a Cape Cod: Itinerario di Viaggio a Capo Cod

Non nascondo che mentre pianificavo il mio primo itinerario nel New England USA ero un po’ scettico riguardo Cape Cod. L’avevo sentita nominare decine di volte, è uno dei posti più in voga per le ferie estive dei benestanti del nord est e mi aspettavo un insulso luogo di mare, neanche le foto apparentemente molto belle mi avevano tolto questa idea.

Mi sono dovuto ricredere: Cape Cod è un luogo magnifico ed anche piuttosto rilassante se vai, come noi, a metà settembre. Il bagno non ce lo siamo fatti ma abbiamo potuto apprezzare e capire perché i Kennedy avessero deciso di passare le loro vacanze estive in questa zona del New England.
Spiagge, natura, moli e porticcioli custoditi in pittoreschi villaggi di pescatori: Cape Cod ha davvero tutti gli ingredienti giusti per regalarvi qualche giorno di riposo totale immersi nella natura dell’Atlantico.

Qual è il periodo migliore per visitare Cape Cod

“Capo Merluzzo” da il suo meglio nella bella stagione, da fine maggio a fine settembre quando le temperature sono gradevoli e nei mesi centrali si può anche fare il bagno senza morire assiderati. Tra Aprile ed Ottobre è anche il periodo per il Whale Watching, i tour in barca che salpano per osservare le balene che vagano nei pressi della costa.

Naturalmente l’estate è anche il periodo più affollato e costoso per quanto riguarda le strutture alberghiere: attendere almeno la fine di Agosto già può essere una buona soluzione per evitare il grande caos ma se il tempo è bello, difficilmente vi troverete da soli anche a settembre-ottobre. Evitare i week-end è già un bel passo in avanti.

Nel periodo centrale dell’estate, se siete molto fortunati, potrete ammirare un fenomeno naturale a dir poco assurdo: il plancton bioluminescente. Il posto ideale per farsi un bagno di notte avvolti in un mare pieno di piccolissime luci è  una delle spiagge di Martha’s Vineyard dove questi minuscoli animaletti marini emergono verso la superficie, trasportati dalle correnti oceaniche. Se ci sono li avvistate facilmente sul bagna-asciuga e se smuovete con mani o piedi il fondale.

Come arrivare a Cape Cod

Il discorso è sempre il solito, il modo migliore in assoluto è l’auto! Noleggiando una vettura (o una moto) potreste spostarvi liberamente per Cape Cod, fermarvi dove e quanto volete e prenotare alberghi senza l’ansia del “come arrivarci”.
Se siete a Boston ci sono dei tour organizzati di uno o più giorni o l’alternativa traghetto, ecco alcune opzioni:

Se avete quindi la fortuna di andare in auto, per entrare nell’isola di Cape Cod, separata dalla terraferma grazie ad un canale creato nel 1914 dovremo attraversare uno dei due ponti disponibili,  quello sulla Bourne (Hwy-28) oppure quello sulla Sagamore (Hwy-6).
Da Boston downtown al ponte sulla Hwy 6 sono meno di 100km mentre da New York il ponte sulla Hwy 28 dista circa 380 km.

Una volta a Cape Cod, la prima cittadina che incontrerete è Sandwich, dal li a Provincetown che è sulla punta sono un centinaio di km ma dovrete a questo punto pianificare cosa vedere, dove fermarvi, dove dormire (se passate la notte a CC).
Secondo me servono un minimo di due giorni per entrare un minimo nel clima della zona, se ne avete di più buon per voi.

Cape Cod cosa visitare

Un luogo come questo va assaporato lentamente, vanno visitate le cittadine e i loro moli, si va in spiaggia e a scoprire i bellissimi fari. Ovviamente se non avete molto tempo o non andate d’estate difficilmente farete “vita da spiaggia”. Ma resta fondamentale pianificare cosa vedere e fare, un vero e proprio itinerario da pensare e creare separatamente dal resto.

Prima di iniziare ti lascio la mia mappa con tutte le attrazioni recensite! Vai alla mappa

Martha’s Vineyard

Non è la prima tappa di un ipotetico itinerario ma va considerata a parte. Martha’s Vineyard è una bellissima isola che si trova a sud rispetto a Cape Cod ed è quindi raggiungibile solo mezzo traghetto. Se siete a piedi potete partire da Hyannis mentre se avete l’auto dovrete salpare da Wood’s Hole, qui i traghetti imbarcano anche vetture e moto: ci vogliono circa 40 – 45 minuti di navigazione.

Una volta arrivati al molo, se siete in auto potreste spostarvi con quella; in alternativa consiglio la bici (ma i tempi si allungano) che può essere facilmente noleggiata con un 20 – 30 dollari al giorno; i mezzi pubblici sono un ulteriore alternativa ma la praticità non è molta. Comunque i trasporti sono gestiti dalla Martha’s Vineyard Regional Transit Authority ed è disponibile anche un One Day Pass che permette di utilizzare i mezzi in modo illimitato per un giorno.

Martha’s Vineyard è incantevole, le sue scogliere, le spiagge e i piccoli villaggi che sono riusciti a mantenere intatta la loro autenticità: mi sono davvero pentito di non essermi fermato di più ma non avevo tempo, non l’avevo previsto.
Nelle mie ore in giro per l’isola abbiamo innanzitutto visitato Vineyard Haven che è la principale città e anche la prima che vi troverete se partite da Wood’s Hole (Cape Cod). Una città piacevole, molto tranquilla e dove troverete tanti ottimi ristorantini e tavole calde.

martha s vineyard oak bluff
Gingerbread Cottages a Oak Bluff

Percorriamo una lingua di terra e arriviamo a Oak Bluff, altro importante centro dell’isola: le sensazioni sono molto simili a quelle provate a Vineyard Haven, almeno finché non arriviamo nel quartiere di Gingerbread Cottages, famoso al mondo per le sue casette fiabesche (qualcuno ha un po’ esagerato!). La zona è quella in prossimità del Trinity Park e della Chiesa Metodista e se andate in Agosto troverete l’evento “Illumination Night” quando le luci sono sostituite da lanterne (informatevi sul giorno esatto).

Se avete tempo potete proseguire verso Edgartown, altra piccola ed affascinante cittadina ma noi, non avendo molto tempo, decidiamo di virare vero Up Island: una zona decisamente più selvaggia e solitaria con piccoli paesini. Questa è la vera Martha’s Vineyard!

Per strada passiamo nel paesino rurale di West Tisbury, sembra di essere tornati indietro nel tempo! Continuiamo poi fino a Menemsha, un piccolo villaggio di pescatori. Stiamo finalmente assaporando la vera anima del New England, siamo a dir poco esaltati: uno di quei momenti in cui ti senti davvero in pace col mondo.
Il nostro itinerario nell’isola termina sulle scogliere di Aquinnah Cliffs, con le spiagge il romanticissimo faro (Gay Head Lighthouse).

visitare martha s vineyard
La spiaggia di Aquinnah Cliffs

Dopo aver ammirato lungamento l’orizzonte, essere entrati nel faro (5 dollari a persona se non ricordo male) ed aver passeggiato sulla spiaggia ce ne torniamo verso Oak Bluff appagati e pronti per continuare il nostro tour nel New England.

Si inizia con l’itinerario di Cape Cod: Sandwich!

La prima cittadina che abbiamo incontrato dopo aver passato il Sagamore Bridge è proprio l’antica Sandwich, villaggio del 1637. Non siamo stati al museo del vetro anche se ci era stato consigliato, abbiamo preferito approfondire la cittadina e la natura circostante.
Il luogo è magnifico, così ben amalgamato con il verde dell’entroterra ed il blu del mare.

itineario cape cod
Sandwich Boardwalk Beach

Passeggiate sulla Sandwich Boardwalk Beach, una passerella di legno immersa nella natura e passate a vedere il vecchio mulino Dexter Grist Mill al 2 di Water Street.

Ci addentriamo quindi nell’isola percorrendo Mid-Cape Highway, usciamo un paio di volte senza sapere dove stiamo andando, troviamo belle villette nascoste dagli alberi, prati, laghetti: la giornata è bella e Cape Cod è stupenda.
Arriviamo fino a Chatam che è la porta d’ingresso al Cape Cod National Seashore. Ma prima, essendo amanti dei fari, ci dirigiamo al Chatham Lighthouse (37 Main Street).

viaggio cape cod
Dexter Grist Mill

Cape Cod National Seashore (sito nps.gov/caco)

Questa è la vera Cape Cod, vale da sola il viaggio. Si tratta di quasi 180 km quadrati di area protetta che vanta spiagge, paludi, dune, boschi e siti storici. Tra le spiagge non perdetevi Coast Guard Beach, Head of the Meadow Beach e Nauset Light Beach (qui c’è un altro bellissimo faro!).
Viaggiando verso Provincetown sulla strada incontriamo tre splendidi paesi: Orleans, Eastham e Wellfleet

nauset beach cape cod
Il Faro di Nauset Light Beach

Eastham

Qui non mi perderei per nulla al mondo il Fort Hill Trail, una passeggiata che regala paesaggi memorabili. Andiamo poi a visitare i Three Sisters Lighthouses (vicino a Nauset Light Beach), tre fari che sono stati portati in mezzo ad un boschetto: però un faro senza il mare di fronte… non lo so, mancava qualcosa!

nasuet marsh
Nasuet Marsh @ Fort Hill Trail

Provincetown

Arriviamo nell’ultima cittadina di Cape Cod, dove decidiamo di visitare innanzitutto il grazioso centro. Passeggiamo per Commercial Street che è un po’ il cuore di Provincetown: ristorantini, locali, negozi. Probabilmente la città più bella di Cape Cod.

provincetown cape cod
Commercial Street a Provincetown

Camminando arriviamo di fronte al Pilgrim Monument (Monumento ai Pellegrini) una torre che si ispira chiaramente a quella del Mangia di Siena e commemora il primo sbarco dei Padri Pellegrini.

Ormai è quasi ora di cena, quindi ci dirigiamo all’hotel per cambiarci e poi cenare. L’indomani ci aspetta l’ultimoa atto per quanto riguarda Cape Cod: il Whale Watching a bordo di una nave!

Risorse per pianificare il viaggio a Cape Cod

 

Sommario
Rating Autore
1star1star1star1star1star
Aggregate Rating
5 based on 1 votes

Vuoi ricevere informazioni utili, sconti riservati e materiale super per pianificare i tuoi viaggi in USA? Iscriviti, odiamo lo spam quanto te!

Cliccando su "Voglio i Consigli di Viaggio!" , autorizzi myusa.it nella persona di Andrea Tobanelli al trattamento dei Suoi dati nel pieno rispetto del D.lgs 196/2003. Non riceverai mai spam.

Responsabile Contenuti

Andrea Tobanelli

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Seguimi Su

Vuoi chiedere informazioni e consigli oppure raccontare il tuo viaggio in USA? Iscriviti al nostro gruppo privato su Facebook!

Vai al Gruppo Facebook!