• Search
Viaggi Indimenticabili negli USA
usa autunno destinazioni

21 destinazioni negli USA perfette per l’autunno

dove sei: Home » 21 destinazioni negli USA perfette per l’autunno
andrea assicurazioni

Molti hanno la possibilità di evitare i classici periodi di vacanza come luglio, agosto e le festività natalizie. Evitare di viaggiare in questi mesi è un lusso che permette di risparmiare denaro, destinazioni meno affollate e luoghi magnifici nel loro periodo migliore.

Oggi vorrei segnalare alcune destinazioni d’America che sono perfetto per l’autunno. Sono assolutamente in ordine sparso e frutto delle nostre esperienze in viaggio visto che spesso riusciamo a partire proprio tra la fine di settembre e metà ottobre.

Napa Valley

Stato: California

La bellissima regione vitivinicola della Napa Valley, si trova poco a nord rispetto a San Francisco ed è una delle più importanti al mondo.
Settembre ed ottobre sono due mesi perfetti, sia per quanto riguarda il clima, sia per le tante attività che vengono proposte in questo periodo.
Per spostarvi il mezzo migliore è l’auto: in questo caso prenotate in anticipo le visite alle cantine che volete approfondire e fate sicuramente un giro anche a Sonoma, l’altra valle meno chic della Wine County californiana.
Un’alternativa interessante all’auto (ma certamente più vincolante e meno economica) è il Wine Train; trovate tutte le info qui https://www.winetrain.com/
Unico lato negativo è che questo è il periodo più affollato, nel week-end sembrerà di essere quasi a “Cantine Aperte”, per chi conosce l’evento.

Washington DC

La capitale degli Stati Uniti d’America è abbastanza contenuta in dimensioni se la si paragona a città come New York o Chicago ma è comunque davvero molto affascinante.
La prima volta che sono stato era proprio fine settembre ed ho trovato un clima piuttosto piacevole e soleggiato. Da notare che comunque c’è il rischio di pioggia come in tutto il resto dell’anno ma non dovrebbe mai fare eccessivamente caldo né troppo freddo.
Al di la del clima in questo periodo si trovano buone offerte per i voli mentre gli hotel, soprattutto nei giorni feriali, sono mediamente cari.
D’altronde la capitale pullula di politici, industriali, giornalisti e lobbisti.
Da vedere c’è davvero molto, Washington ha musei stupendi, parchi memorabili e monumenti unici.

San Francisco

Stato: California

Quella che per me è la più bella città della California ha nell’autunno uno dei suoi periodi migliori. Non fa mai troppo caldo in città ma l’estate si protrae fino ad ottobre inoltrato: a settembre non piove praticamente mai, a ottobre è raro; temperature medie massime intorno ai 20-22°C.
Con un clima così uscire è molto piacevole (anche se c’è sempre il rischio vento) e le nebbie mattutine sono meno frequenti che in estate.
Da vedere c’è tanto, tantissimo: non mancate di fare un giro sui Cable Car e di attraversare il Golden Gate Bridge (magari in bici o a piedi).
Da San Francisco può iniziare un tour on the road alla scoperta del south west USA, oppure potete optare per brevi gite allo Yosemite National Park o nella contea di Napa.

Death Valley National Park

Stato: California

Terminata la torrida estate, nella valle della morte non si raggiungono più i 50°C ma tra settembre ed ottobre si resta sui 35-43°C come media massima diurna.
La pioggia ovviamente non è contemplata e tolte le ore centrali del giorno, potete fare belle escursioni fino a che il sole non si alza per bene (oppure nel tardo pomeriggio).
Ottobre è davvero un bel periodo per andare: poca gente, prezzi accettabili dei motel nei villaggi vicini e clima accettabile.
Valgone sempre le norme di sicurezza da rispettare quando si approcciano zone così impervie: acqua a volontà, avere sempre benzina (nel parco c’è una pompa a Furnace Creek) e non avventurarsi in zone sconsigliate.
Prima di iniziare il tour consiglio sempre una capatina al Visitor Center, i ranger sapranno consigliarvi.

Maui

Stato: Hawaii

Maui è seconda isola più grande dell’arcipelago delle Hawaii e per me forse la più interessante, di sicuro dal punto di vista naturalistico.
Dal punto di vista climatico, settembre e ottobre sono due ottimi mesi per andare: il clima è quello estivo ovvero poche piogge, temperature medie massime sulla costa di 25°C e minime fresche, sui 15°C.
L’isola offre spiagge da sogno come Makena Beach, verdi valli come Iao Valley State Park e una meravigliosa zona vulcanica (l’Haleakala è tutt’ora attivo): troverete un varietà di paesaggio a dir poco strabiliante.
Servono almeno 3-4 giorni per visitare Maui, se ne avete 5 meglio ancora; per quanto riguarda la vita notturna non c’è quasi nulla: cenate presto e fatevi un giro, i locali chiudono alle 23 massimo.

Seattle

Stato: Washington

Non mi stanco mai di ripetere che Seattle è molto più interessante di quanto si possa immaginare: è un città viva, verde, bella e ricca di cultura. Soprannominata la Liverpool d’America per aver dato vita ad un movimento musicale che viene etichettato come Grunge (termine sempre odiato dai fautori di quest’epoca musicale): da queste parti sono nati gruppi come i Pearl Jam o i Nirvana.
Siamo a confine con il Canada, Vancouver dista solo 230 km ma la città è 100% USA: qui sono nate aziende come Starbucks (c’è il primo punto vendita della storia al 1912 di Pike Pl ), Microsoft, Amazon, Boeing.
Ci sono tante cose da vedere, come il bellissimo panorama su downtown da Kerry Park o la vista vertiginosa dallo Space Needle, giusto per dirne due.

Lake Tahoe

Stato: California

Sapte quante volte questo lago del centro-nord della California viene incluso negli itinerari? Quasi mai a meno che non sia chiusa la Tioga Road (strada che porta dallo Yosemite National Park alla Death Valley).
Infatti ci sono capitato proprio per questa ragione.
Il Tioga Pass, salvo fenomeni incredibili, è sempre aperto tra settembre e ottobre (può chiudere dalla seconda metà del mese di ottobre); quindi se volete andare sarà una vostra scelta e non una costrizione.
Settembre è un ottimo mese per visitare il Lago: piove poco, meno ressa del solito e prezzi abbordabili. Di notte fa freddo visto che si scende anche sotto gli 8°C.
Prima metà di ottobre ancora valida, se si aspetta troppo può iniziare a far freddo.
Il Lake Tahoe offre vedute stupende, itinerari immersi nella natura e tante attività da fare all’aria aperta. Si tratta di una zona molto in voga tra gli americani che amano venire da queste parti in ogni periodo dell’anno (in inverno si scia).

Annapolis

Stato: Maryland

Annapolis incarna a pieno lo spirito americano ed è una delle cittadine più graziose della East Coast USA. La capitale dello stato del Maryland ha saputo conservare ottimamente il suo aspetto originario ed è uno dei migliori esempi di cittadina americana con edifici in stile coloniale.
Ottobre è davvero un buon periodo per andare visto che è uno dei più secchi di tutto l’anno (può comunque piovere): le medie massime sono sui 20°C e le minime si attestano sui 9-10°C.
Non serve molto tempo per apprezzare Annapolis, il suo centro ha dimensioni contenute ma consiglio comunque un’intera giornata ed una notte in una delle guest house più caratteristiche.

Las Vegas

Stato: Nevada

Il passaggio da Annapolis a Las Vegas fa un po’ strano però la Sin City d’America merita a mio avviso di essere annoverata in questo elenco.
La città è viva ed attiva tutto l’anno ma tra fine settembre ed ottobre è in un periodo ottimale, anche perché il clima è perfetto: piogge quasi inesistenti (io un anno mi sono beccato 3 giorni di nubifragio a metà ottobre, che fortuna!), massime poco sopra i 30°C.
Di giorno si fa shopping o si sta in piscina; la sera avete infinite possibilità: casinò, discoteche, locali per adulti, feste.
Lasciatevi risucchiare dal vortice della città più assurda del mondo ma lasciatela prima di esagerare!

Zion National Park & Bryce Canyon National Park

Stato: Utah

Sono due parchi ben distinti e profondamente diversi seppur geograficamente vicini. Ammetto di averli accorpati per restare nei 21 (mi piace questo numero).
Lo Zion è probabilmente il mio parco preferito in USA: bello, selvaggio, impervio. Ci sono escursioni da brivido come Angel’s Landing o Observation Point o trail assurdi come The Narrow: qui la natura ha davvero dato il suo meglio ma non sottovalutatela, può essere pericolosissimo.
Il Bryce Canyon è un altro spettacolo della natura: un canyon caratterizzato da formazioni di roccia appuntite chiamate Hoodoos (in italiano “Camini delle fate”). Anche qui tanti trail super ma anche view point da non perdere.

Boston

Stato: Massachusetts

Boston è bellissima e racconta un bel pezzo della storia degli Stati Uniti d’America: già il solo seguire il Freedom Trail da una buona panoramica sulla città e sul suo passato.
Tra fine settembre ed ottobre (soprattutto a metà di quest’ultimo) il Massachusetts viene letteralmente preso d’assalto perché inizia il periodo del foliage, quando gli alberi e quindi i paesaggi si tingono di intensi colori pastello.
Boston può essere la vostra porta d’ingresso in un meraviglioso tour del New England (di cui poi parliamo).
A settembre ed ottobre il clima è buono, non caldo e piogge leggermente meno frequenti che nel resto dell’anno.
La sera può fare fresco, quindi portatevi abiti più pesanti e magari anche impermeabili per eventuali giornate piovose.

Monument Valley Tribal Park

Stato: Arizona – Utah

Una delle zone più scenografiche di tutti gli Stati Uniti d’America è senza dubbio la meravigliosa Monument Valley che sorge nell’angolo nord est dell’Arizona, a confine con lo Utah.
Paesaggi unici al mondo; ricordo ancora la prima volta in queste terre selvagge nel cuore della riserva indiana Navajo: il rosso fuoco delle formazioni rocciose e della sabbia che contrasta con il cielo blu, come fai a non innamorartene?
A settembre fa caldo, senza esagerare e le piogge sono davvero poco frequenti. Ad ottobre le medie massime sono più contenute e di rado si va oltre i 20-23°C.

Big Sur

Stato: California

La costa californiana che si vede nei film e che si sogna sin da bambini è proprio quella di Big Sur che si estende per 144 km tra Carmel-by-the-Sea e Hearst Castle.
Guidare lungo la tortuosa Highway 1 (scenic byway) è un’esperienza strabiliante e vi permetterà di fare foto a scorci da cartolina (vedi quello sul Bixby Bridge), visitare cittadine particolarissime (come Carmel-by-the-Sea) e sostare in spiagge e spiaggette meravigliose.
Tra le spiagge più rinomate troviamo Pfeiffer Beach, Sand Dollar Beach e Partington Cove. Non mancate inoltre i tanti trail che vanno alla scoperta della costa o anche dell’entroterra. C’ è davvero tanto da fare. E l’autunno è un ottimo periodo per farlo!

Grand Canyon National Park

Stato: Arizona

Un grande ed intramontabile classico, il simbolo dei viaggi nel south west USA. La prima volta che si affaccia su questo mastodontico canyon si ha l’incredibile sensazione di essere improvvisamente sovrastati dal mondo, ci ricorda molto velocemente quanto siamo piccoli (ed insignificanti).
Visitare il Grand Canyon National Park significa ammirarlo dall’alto nei vari punti panoramici ma anche prendere parte ad uno dei trail mozzafiato che vanno verso il basso.
Se volete dormire nel fondo del canyon dovrete pensarci davvero tanto tempo prima!
Settembre ed ottobre sono due ottimi mesi perché di giorno non dovrebbe fare troppo caldo; le notti sono molto fredde.

Grand Teton & Yellowstone National Park

Questi due meravigliosi parchi, uniti insieme dal John D. Rockefeller, Jr. Memorial Parkway formano una delle aree protette con più biodiversità al mondo.
Il Grand Teton National Park è la porta di ingresso a Yellowstone per chi viene da sud ma non fate l’errore di tirare dritti: merita di essere visitato come si deve.
Yellowstone lo conoscono tutti, almeno di fama; quello che posso dirvi è che non potrete che trovarlo meraviglioso.
Per visitare questi due parchi settembre è un buon mese, un po’ meno ottobre perché inizia a far freddino e piove più abbondantemente.
Settembre ha il vantaggio di un minor afflusso turistico, temperature medie massime discrete (16-18°C) e minime rigide (0 / -1°C).

Charleston

Stato: South Carolina

Charleston è una delle cittadine più interessanti di tutti gli Stati Uniti non tanto perché ha dato il suo nome all’omonimo ballo ma per la sua storia e per la sua architettura.
Il cuore della città può essere tranquillamente visitato a piedi: potrete ammirare dimore storiche, passeggiare per le centralissime King Street e Main Street, sostare in uno dei curati giardini urbani e rilassarsi sul waterfront.
Poi è d’obbligo una scorsa fuori città a visitare le piantagioni della countryside, quindi un po’ di soul food per scaldare l’anima.
A settembre ed ottobre il clima è caldo, senza esagerare. Pioggia sempre possibile.

New England

Come promesso è ora di spendere due parole su una zona degli Stati Uniti d’America che da il suo meglio proprio ad ottobre, nel periodo del foliage.
Ricordo con molta nostalgia il mio viaggio tra Connecticut, Rhode Island, Massachusetts, New Hampshire, Vermont e Maine alla ricerca di scorci da cartolina edulcorati dal rosso fuoco degli aceri.
Luoghi stupendi, verdi vallate e alberi color pastello, cittadine pacifiche e lontanissime dal frastuono delle metropoli della East Coast USA.
Qui trovate un’interessantissima mappa interattiva che prevede l’evoluzione del foliage in tutti gli USA: smokymountains.com/fall-foliage-map/

Chicago

Chicago è una delle mie città preferite di tutti gli States: il suo downtown è tra i più affascinanti al mondo ed è molto piacevole passeggiare lungo la riverwalk, rilassarsi al bellissimo Millennium Park o fare shopping sul Magnificent Mile.
Difficilmente ci si annoia a Chicago, non serviranno 7 giorni per visitarla ma vi assicuro che c’è molto da fare e da vedere.
Settembre soprattutto ma anche ottobre è un buon momento per una visita in città: la sera può fare fresco e ricordatevi che a Chicago la pioggia è sempre in agguato.

San Diego

San Diego, la città di frontiera della California è una vera oasi di pace inserita nel contesto di un grande città. La potrete visitare in pochi giorni per poi rilassarvi nella spiaggia di La Jolla.
Per i più temerari c’è la possibilità di un viaggetto a Tijuana, città del divertimento made in Messico.
Settembre ed ottobre sono due ottimi mesi per girare la California del sud!

Yosemite National Park

Una delle grandi meraviglie naturali della California, lo Yosemite National Park è in grado di offrire vedute mozzafiato (Glacier Point, Tunnel View), trail stupendi, imponenti cascate, strade super panoramiche (Tioga Road), sequoia (Mariposa Grove) e paesaggi che a tratti ricordano le nostre Dolomiti.
Ci sono davvero tutti gli ingredienti per immergersi nella natura più vera e incontaminata e settembre è davvero un buon momento per andare!

Fuori classifica: New York City

Non aveva senso inserire New York City in classifica! La più famosa città degli Stati Uniti è meravigliosa in ogni momento dell’anno.

Assicurazione Sanitaria USA

Qualunque sarà la vostra destinazione di viaggio nel prossimo autunno, non dimenticate mai di stipulare una buona polizza!
Come consulente assicurativo ho selezionato le migliori assicurazioni sanitarie USA!

 

Scritto da
Andrea Tobanelli

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Vedi tutti i post
Scritto da Andrea Tobanelli