comunità amish USA
dove sei: Home » Le comunità Amish negli Stati Uniti

Le comunità Amish negli Stati Uniti

Gli Amish sono una comunità religiosa insediatasi negli Stati Uniti (Ohio) intorno al ‘700. Gli appartenenti a tale congregazione, uniti da forti legami familiari, sono tenuti a rispettare scrupolosamente determinati tipi di regole, ricavate da passi della Bibbia e contenute nel cosiddetto “Ordnung” o “Ordine”, per mantenere inalterate nel tempo le loro tradizioni storiche.

Gli Amish vivono prevalentemente in campagna, lavorando come contadini e agricoltori, dal momento che rifiutano qualsiasi tipo di civilizzazione. Oltre a questo, non tollerano che qualcuno abituato alle comodità della vita moderna, possa introdursi all’interno del loro gruppo, stravolgendo i loro usi, costumi e identità religiose.

Infatti, sempre se non serve per la sopravvivenza della comunità, rifuggono con convinzione l’elettricità, preferendo ad essa le fonti di energia alternativa come vento, sole ed acqua, le automobili, sostituendole con dei carri neri coperti o meno detti “buggies”, trainati da cavalli che poi utilizzano per le attività nei campi.

Per quanto riguarda l’abbigliamento e l’estetica, gli uomini indossano abiti scuri dal taglio semplice, portano il cappello e in occasioni speciali come ad esempio il matrimonio, si fanno crescere la barba non togliendosela più, tratto distintivo del loro nuovo status sociale, mentre le donne non portano gioielli e hanno abiti dalle gonne e maniche lunghe, con grembiuli e cuffiette, nere per le nubili e bianche per quelle sposate, adibite a nascondere i loro lunghi capelli.

Parlando invece del tempo libero, gli Amish provano una forte avversione per la televisione e tutto ciò che è legato all’apparenza, all’immagine e che offende i loro valori e princìpi morali, mentre apprezzano molto leggere libri e riviste dai quali trarre notizie o insegnamenti importanti.

Altro argomento piuttosto delicato è dato dalla medicina che oggi noi tutti conosciamo, quella per intenderci dei dottori e dei luoghi di cura chiamati ospedali. Ogni buon Amish che si rispetti, tende a guardare tutto questo con considerevole sospetto, convinto che se ha qualche piccolo problema di salute, può guarire molto meglio con i rimedi casalinghi. Se però lui, qualcuno dei suoi parenti, o un membro della comunità rischiano la vita, allora il discorso cambia.

La comunità Amish è molto chiusa e questo fa sì che i matrimoni avvengano tra consanguinei, con l’alto rischio che un neonato possa contrarre gravi malattie genetiche. I bambini Amish studiano insieme fino ai tredici anni, dopodiché i maschi si dedicano ad apprendere i mestieri dell’agricoltura e della carpenteria, mentre le femmine i lavori di casa e la cura familiare.

Passato questo periodo si entra in quello dell’adolescenza, detto di “Rumspringa”, che dura qualche anno e che letteralmente significa “saltare in giro”. Ogni ragazzo e ragazza della comunità ha la possibilità di allontanarsi dai suoi cari, per sperimentare la vita dei coetanei non Amish, per poi decidere cosa fare del proprio futuro. Se però si sceglie di tornare, ci si dovrà attenere ai dettami severi del proprio credo. Su 100 che se ne vanno, ne ritornano 80-90.

Per favorire gli incontri fra i giovani della comunità, gli Amish sono soliti organizzare le “serate cantanti”. Gli invitati non ballano e non suonano strumenti, ma cantano in coro sia inni religiosi che canzoni popolari. Le ragazze hanno la facoltà di scegliersi liberamente il proprio fidanzato e marito frequentandolo da sole, pur con alcuni limiti. Giungendo poi all’età adulta, dopo aver studiato la “Confessione di Fede di Dordrecht” del 1632, è necessario sottoporsi al rito del battesimo, che prepara poi al passo successivo caratterizzato dal matrimonio. Chi rifiuta, perché non più convinto di seguire il tipo di vita imposto dalla comunità, viene bandito non potendo più avere rapporti con i propri parenti.

Concludiamo con qualche curiosità… Gli uomini Amish sono specializzati nella coltivazione dei peperoncini, mentre le donne nell’arte tessile chiamata “Patchwork”, realizzando con grande talento coperte trapuntate e ricamate dette “quilt”, costituite da pezzi differenti di stoffe diverse che cuciono a mano. Ad oggi, la popolazione Amish consta di circa 150.000 individui, e si pensa che possa raddoppiare ogni 20 anni.

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Aggiungiti alla discussione

1 commento
  • Ciao Andrea

    Che tu sappia è possibile essere ospitati (a pagamento ovvio) in qualche casa Amish?
    In quale parte è possibile, in Ohio o Pennslvania??

    Grazie