napa valley viaggio
dove sei: Home » Napa Valley: vini, cantine, itinerari

Napa Valley: vini, cantine, itinerari

La Napa Valley è una regione dello stato della California (Stati Uniti), famosa per la produzione di vini pregiati. La storia del “delizioso nettare” ha inizio intorno al 1760, grazie a Padre Junipero Serra che piantò nel luogo la prima varietà d’uva detta “Mission”, così denominata per la sua discendenza dai vini sardi, portati in Nord America dai Conquistadores. Nel 1838, un certo George C. Yount seguì l’esempio del francescano, che poi nel 1840 lo portò a produrre i primi vini. Le gustose varietà europee però, fecero il loro esordio in quella specifica regione, grazie al conte ungherese Agoston Haraszthy, che nel 1857 fondò un’azienda nella Sonoma Valley, rinomata zona vitivinicola poco distante da Napa.

Nel 1861, nacque la prima cantina commerciale della Napa Valley per opera di Charles Krug, seguita nel 1862 da Schramsberg, nel 1876 Beringer, Inglenook nel 1879 e Beaulieu Vineyards nel 1900, quest’ultima dopo la diffusione della filossera, un parassita che nel 1880 danneggiò gravemente i vigneti. In seguito, superata questa brutta crisi, nel 1919 venne istituito il Proibizionismo che fece chiudere gran parte delle aziende vinicole, per poi terminare nel 1933. Nel 1976, tutto tornò finalmente alla normalità, con la famosa gara di degustazione svoltasi in Francia, evento di rilancio per l’industria vinicola della Napa Valley, che attualmente ogni anno frutta la bellezza di 33 miliardi di dollari, rivalutando più che positivamente l’economia della California.

Tra i più celebri produttori di vino, troviamo Robert Mondavi e il barone Philippe de Rothschild, artefici del grandioso rosso Cabernet Sauvignon, l’Opus One, uno dei vini più costosi d’America. I vitigni di rilievo nella Napa Valley sono Zinfadel, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Merlot tra quelli ad uva nera, Chardonnay, Sauvignon e Colombard tra quelli ad uva bianca. Per quanto riguarda i vini, tra i bianchi tipici della zona abbiamo il Fumé Blanc, il Riesling, il Gewurztraminer, lo Chenin Blanc e il California Chardonnay, mentre tra i rossi il Pinot Noir, il Merlot, il Beaujolais, il Cabernet Sauvignon e il pepato Zinfadel, senza escludere il porto sia rosso che bianco, e i dolci Muscat. Inoltre, per degustare questi tipi di vini, ogni anno a novembre, viene organizzato il Napa Valley Wine Festival, che presenta ad un pubblico sempre molto numeroso, la produzione di più di 50 vinificatori.

Tra le cantine più importanti della Napa Valley, figurano sicuramente l’italiana “Antica Napa Valley”, della famiglia Antinori, che se ne occupa da 26 generazioni, “PlumpJack”, con il buonissimo Syrah del 2000, “Stag’s Leap” produttrice del Cabernet Sauvignon, “Hess Collection & Winery”, con annessa una galleria d’arte, “Clos Pegase”, costruita nel 1987 da Michael Graves e con all’interno delle sculture, e “Chateau Montelena”, che produce buoni cabernet e ha un lago con ponti e pagode in stile cinese. Per concludere, un itinerario che si può fare per visitare questa meravigliosa regione, è quello della durata di 3 giorni che include Napa Valley, Sonoma Valley e Russian River Valley, nel nord della contea di Sonoma.

Giorno 1 Da San Francisco, viaggiare lungo il Bay Bridge, attraverso la Highway 80 est, e proseguire sulla Highway 29 fino a Napa Valley, patria di rinomate aziende vinicole come “Stag’s Leap” e “Plumpjack” già menzionate, e “Niebaum-Coppola” di proprietà del regista Francis Ford Coppola. Nella città di Napa, visitare il “The American Center for Wine, Food & the Arts”, un centro culturale costato 50 milioni di dollari e trascorrere la notte a Napa oppure a Yountville, importante per il ristorante “French Laundry”. Proseguire verso nord sulla Highway 29 e fermarsi a Rutheford, dove si potranno assaggiare eccellenti spumanti presso il Wine Club “Mumm”, e nell’affascinante città di St.Helena, con le aziende vinicole “Beringer” e “Charles Krug Winery”. Infine, trascorrere la notte a Calistoga, famosa per i suoi fanghi e le sue sorgenti termali.

Giorno 2 Da Calistoga, continuare in direzione nord est sulla Highway 128, poi sulla Highway 101. Dopo, proseguire verso sud lungo la Russian River Valley, arrivando alla cittadina di Healdsburg per visitare poi l’azienda “Roshambo”, produttrice di altri ottimi vini.

Giorno 3 Viaggiare in direzione sud sulla Highway 101, e giungere così nella Sonoma Valley, con l’azienda “Robledo” e la “Kaz Winery”, prima di andare nuovamente a sud verso il Golden Gate Bridge e tornare a San Francisco.

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Aggiungiti alla discussione