little italy
dove sei: Home » A piedi per Little Italy a New York City

A piedi per Little Italy a New York City

Il fascino urbano di New York va ricercato nella sua divisione in district, in quartieri che possiedono una loro autonomia culturale, architettonica e spesso sociale. Little Italy, la piccola Italia, è un quartiere dislocato nella zona lower di Manhattan, ovvero nella sua parte meridionale. Per comprendere al meglio la vicenda del district dobbiamo risalire all’arrivo degli italiani a New York alla fine dell’ottocento, i quali si sono stanziati prevalentemente in questa zona, per poi disperdersi nel corso del tempo e trasferirsi in altre zone della città.

Little Italy confina a sud con Chinatown, quartiere che ha voracemente assorbito buona parte della vecchia struttura urbana del district, mentre la sezione nord, Houston Street, si è urbanizzata in modo diverso, anch’essa perdendo molti residenti di origine italiana. Al giorno d’oggi ciò che resta della Little Italy originaria è il cuore, Mulberry Street e Grand Street, dove si trovano tanti negozi e ristoranti italiani. Ecco che la Piccola Italia conta quindi di soli tre isolati, a differenza dei cinquanta originari e pochi sono gli abitanti italiani che hanno deciso di vivere in questa zona, considerata più di passaggio turistico e dedicata quindi al commercio.

little italy new york

Little Italy ha, in ogni caso, saputo mantenere alto il livello della gastronomia e dei servizi di ristorazione. In queste vie si possono infatti incontrare ristoranti eccellenti e anche le ultime salumerie rimaste in città. Little Italy riacquista l’orgoglio perduto durante le feste dedicata e agli immigrati italiani, che, ricordiamolo, furono più di 68.000 alla fine dell’ottocento, per arrivare a picchi di 350.000 nel periodo della prima guerra mondiale.

A settembre, a Little Italy, si festeggia la festa di San Gennaro, patrono della città di Napoli, un evento che richiama quasi un milione di partecipanti ogni anno. Si tratta di una festa unica, durante la quale il quartiere si anima e si svolgono parate religiose, con le bande e le sfilate degli abitanti. Durante il resto dell’anno, il quartiere si presenta tranquillo, con le sue stradine strette e i tanti camerieri (molti di origine ispanica) che si affrettano nel servire i tanti clienti.

Recenti studi hanno infatti rilevato che la popolazione italiana si è spostata principalmente nel Bronx e in Staten Island, ribattezzata Italian Island. Del vecchio quartiere rimane però la storia di migliaia di italiani che hanno attraversato l’oceano nella speranza di realizzare un sogno, scappando dalla miseria che attanagliava il Paese. Alcuni ce l’hanno fatta, mentre altri, purtroppo no, ma Little Italy resta il simbolo dell’immigrazione Italiana, e così sarà per sempre.

 

 

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Aggiungiti alla discussione