• Search
Viaggi Indimenticabili negli USA
assicurazione viaggio quale scegliere

Assicurazione Viaggio: quale scegliere?

dove sei: Home » Assicurazione Viaggio: quale scegliere?

Dalla primissima volta che sono partito alla volta degli Stati Uniti, uno dei servizi che ho voluto selezionare in modo consapevole è stata l’assicurazione viaggio.
Mentre molti nostri connazionali snobbano ampiamente il tema polizza, io ho da subito compreso che si trattava di qualcosa di molto importante, non solo per chi viaggia in USA & Canada, ma per chiunque metta piede fuori dall’Italia.

Quando ho creato musa.it, ho da subito dato spazio alle assicurazioni viaggio, perché sono importantissime: si può dormire in hotel non proprio invitanti (mi è successo tante volte), si può fare uno scalo aereo in più ma non si deve per nessuna ragione rinunciare ad una buona polizza viaggio.

Se nei primissimi anni di musa.it, la sezione dedicata alle polizze si basava solo sulla mia esperienza di viaggiatore, oggi sono un broker assicurativo, iscritto al registro unico degli intermediari tenuto dall’IVASS, iscrizione n. B000542111).
Mi sono proprio specializzato in assicurazioni viaggio, tema delicato perché il prodotto è davvero complesso.

Intanto ti segnalo due pagine:

  1. La mia scelta di assicurazioni viaggio
  2. La soluzuone per assicurare chi ha condizioni mediche pregresse

Scegliere l’assicurazione viaggio giusta!

Di questi tempi, online, si trova una vastissima gamma di prodotti che forniscono assistenza assicurativa in viaggio. Quello che si cerca è una polizza che copra assistenza e spese mediche, poi ci possono essere altri plus in base al prodotto selezionato.

Le assicurazioni viaggio sono prodotti multi-rischio, decisamente complessi: perdersi non è complicato ma i professionisti del settore possono sicuramente indirizzarvi. (facendo attenzione a chi parla per sentito dire e si improvvisa intermediario assicurativo).

A cosa serve un’assicurazione viaggio

La polizza viaggio ha delle funzioni basiche, che sono innanzitutto l’assistenza in viaggio ovvero una serie di servizi come il rientro sanitario d’emergenza, consulenze mediche telefoniche, rimpatrio della salma, anticipo di denaro in caso di emergenza e altre coperture che variano in base al prodotto ma più o meno sono queste.

Poi ci sono le spese mediche che per tante destinazioni nel mondo (USA, Canada, resto del mondo ma spesso anche Europa) sono di importanza fondamentale.
Queste coprono ricoveri, interventi, visite mediche si rendono necessarie in viaggio per emergenze mediche non previste.

Le polizze viaggio non coprono chi va all’estero al fine di curarsi ma chi ha un problema imprevisto.

Il tutto è sempre accompagnato da una centrale emergenze sempre attiva da contattare immediatamente in caso di problema.

Poi ci sono altre coperture opzionalmente presenti come bagaglio, annullamento, infortuni (come risarcimenti in punti di invalidità), ritardo aereo, rc.

L’assicurazione: scegliamola a step!

Si, il ragionamento giusto si fa a step, il primo è comprendere se posso essere assicurato; le polizze viaggio italiane prevedono in linea di massima che:

  1. si ha residenza in Italia
  2. non si è ancora partiti per il viaggio
  3. la copertura assicurativa deve essere attiva dal giorno in cui si lascia l’Italia fino al giorno in cui si rientra.

Una volta appurato che si rispettano questi requisiti si passa allo step 2:

Io o chiunque viaggia con me, ha bisogno di un prodotto che copra patologie preesistenti o croniche? Ho avuto episodi medici rilevanti che potrebbero (anche con probabilità bassissima) ripresentarsi inaspettatamente in viaggio?

Sono domande fondamentali da porsi poiché le “normali” assicurazioni viaggio che si trovano online escludono sempre dalla copertura condizioni pregresse.

Per cui se si necessità di una polizza viaggio che non escluda dalla copertura condizioni mediche preesistenti occorre dirigersi su specifici prodotti.
Io posso personalmente aiutarvi, cliccate qui!

Se non si ha bisogno di queste polizze viaggio che coprono le condizioni pregresse, potete scegliere anche tra quelle sottoscrivibili online. (Naturalmente nessuno vi vieta di fare quelle premium che coprono le preesistenti)

Step 3: l’assicurazione viaggio giusta ha le caratteristiche giuste

Qui arriva la parte complessa, comprendere se una polizza viaggio abbia o meno le giuste caratteristiche per assicurare il nostro viaggio.

Il modo giusto per comprenderlo è quello di leggere con attenzione il Documento Precontrattuale Informativo [DIP] che riporta tutte le condizioni di polizza in modo chiaro ed esauriente. Qui vi lascio alcuni spunti su cui ragionare:

Spese Mediche in viaggio

Tra gli elementi centrali ci sono le spese di natura sanitaria (ospedaliere e chirurgiche) ma anche visite mediche e spese farmaceutiche.
Per quanto riguarda i costi per ricoveri ospedalieri ed eventuali interventi, i massimali devono essere molto alti, soprattutto se si viaggia verso destinazioni costose come USA, Canada, Giappone, Thailandia e molti altri.

In caso di ricovero, una buona polizza deve prevedere il pagamento diretto alla struttura. Ovviamente previo avviso della centrale emergenze.
Sempre in tema di spese mediche, meglio se non ci sono franchigie (parte del sinistro che resta a carico dell’assicurato).

Esclusioni nelle polizze viaggio

Leggendo il DIP farai sicuramente caso che ci sono delle esclusioni generali, cioè valide per tutte le sezioni di polizza e altre specifiche per sezione.
Sono molto rilevanti perché indicano i casi in cui non opera la copertura!

Centrale emergenze in viaggio

La centrale emergenze in viaggio va contattata immediatamente in caso di problemi, per cui sarà raggiungibile in ogni momento e possibilmente gli operatori devo parlare italiano. Di solito le polizze italiane hanno centrali in Italia, controllate bene!

Se avete altri dubbi o domande, potete contattarmi via email: tobanelli.andrea@gmail.com o via whatsapp: 392 249 6806.

Ricordo che per le “normali” polizza viaggio potete vedere il mio articolo di confronto cliccando qui

Per le polizze che non escludono le condizioni mediche preesistenti, cliccate qui

FAQ Assicurazione Viaggio

Cerco di rispondere ad alcune questioni che mi vengono sottoposte ogni giorno.

Assicurazione Viaggio: quanto tempo prima?

Molti mi chiedono quanto tempo prima del viaggio occorre stipulare un’assicurazione. Non ci sono indicazioni precisi, non appena si è sicuri di partire.

Se la polizza va a coprire l’annullamento andrebbe prenotata appena si acquista il primo servizio relativo al viaggio.
Ogni prodotto può avere diverse condizioni di assicurabilità proprio per la sezione annullamento.

Se vi occorrono solo assistenza, spese mediche e magari anche bagaglio potete attendere di più ma io non aspetterei di sicuro il giorno prima della partenza. Succede spesso che ci sono errori nella compilazione dei dati e poi dovete così contattare l’assistenza clienti (difficilmente aperta di sabato e domenica).

Assicurazione Viaggio: quanto costa?

Domanda super ricorrente, per togliersi ogni dubbio basta fare un preventivo qui o, nel caso di assicurazioni che non escludono malattie pregresse qui.

Assicurazione Viaggio: quando farla?

Secondo il mio modesto parere l’assicurazione viaggio andrebbe stipulata ogni volta che si viaggia all’estero, anche in Europa. Non è un prodotto utile solo quando si va negli USA o in Canada.

Anche in Europa non sempre tutte le prestazioni sono passate al 100% dalla TEAM e comunque non va sottovalutato l’aspetto “assistenza”. Naturalmente un a polizza viaggio con destinazione europa ha un premio più basso rispetto ad un “USA – Canada”.

Assicurazione Viaggio per persone anziane?

Per gli over 75 ci sono le soluzioni “premium” che trovate cliccando qui.

 

 

 

Scritto da
Andrea Tobanelli

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Vedi tutti i post
Scritto da Andrea Tobanelli