• Search
Viaggi Indimenticabili negli USA
dove sei: Home » Le assicurazioni viaggio USA per Febbraio 2020

Le assicurazioni viaggio USA per Febbraio 2020

assicurazioni viaggio usa febbraio 2020
assicurazioni viaggio usa febbraio 2020

Il mercato delle polizze viaggio in Italia è ormai vasto, vastissimo. Ci sono decine di offerte che a prima vista sembrano tutte uguali e si finisce per scegliere quella che costa di meno. Pagare un premio contenuto è gradito a chiunque ma non è corretto far diventare il prezzo l’unica discriminante.

Partiamo con un presupposto: il premio di una polizza (il prezzo che andate a pagare, per dirla semplicemente) non è necessariamente indice di qualità. Non è quindi detto che una polizza che costa di più sia migliore di una a pricing più basso: spesso ci sono politiche aziendali di mezzo o l’intenzione di approcciare a determinate fasce di mercato (tipo quella che può spendere di più o è meno sensibile al prezzo).

Scopri le polizze che ho selezionato

Vai alle polizze

La polizza viaggio in USA è fondamentale

Basta poco per capire che la polizza medica di viaggio è di importanza assoluta quando la destinazione è USA o Canada (per me ovunque, anche in Europa).
L’assistenza medica negli Stati Uniti è a totale carico del paziente ed ha costi altissimi, anche una banale visita può arrivare a costare migliaia di dollari.

Avere un buon prodotto che copra assistenza e spese sanitarie in viaggio è essenziale, meglio fare uno scalo in più e risparmiare sul volo oppure sull’alloggio che viaggiare senza copertura.

L’assistenza nelle polizze viaggio selezionate garantisce un numero Italiano sempre attivo, coperture importantissime come il rimpatrio sanitario o il consulto medico telefonico e copre le spese mediche con massimali che devono essere importanti, oltre il milione di €.

Le assicurazioni che ho scelto per Febbraio 2020

Frontier Assicurazioni

Frontier Assicurazioni è un intermediario Italiano al 100%, attualmente propone polizze di qualità sottoscritte dal grande gruppo IMA Assistance.
Assistenza completa in tutte le versioni che include una centrale emergenze sempre attiva, il rimpatrio sanitario, il consulto medico telefonico e molto altro.

Massimali per le spese mediche ottimali, si parte dai 2,5 milioni della base ai 5 milioni di € delle versioni Smart e Top. Queste ultime due offrono coperture extra che consiglio di valutare.
Tutela abitazioni e parenti a casa compresa. Nessuna franchigia sulle spese sanitarie, pagamento diretto delle spese ospedaliere e chirurgiche in caso di ricovero.

Globy Rosso di Allianz

Questa polizza è particolarmente indicata per chi soffre di patologie preesistenti o croniche poiché queste e qualunque loro conseguenza possa presentarsi in viaggio, sono escluse dalla copertura in quasi tutti i prodotti di viaggio.

Ci sono delle esclusioni da valutare (ad esempio non sono comprese patologie in fase acuta, malattie psichiche o sessualmente trasmissibili – per le altre esclusioni fare riferimento al set informativo precontrattuale).

Per il resto si tratta di una polizza viaggio assistenza e spese mediche, massimale illimitato per USA e Canada per under 80. Dagli 80 anni in poi il massimale spese mediche si riduce a 300.000€

Columbus Assicurazioni

Alternativa da valutare che propone 3 versioni; la base è sempre assistenza e spese mediche con massimale illimitato per le spese mediche in USA e Canada (naturalmente il massimale è illimitato entro i giorni massimi di ricovero, quindi è sostanzialmente limitato temporalmente).

Columbus assicurazioni è sottoscritta da Collinson Group.

Ricordo che prima di sottoscrivere qualunque prodotto occorre leggere con attenzione il set informativo precontrattuale, disponibile nei rispettivi siti degli intermediari e compagnie.
Tutti le realtà presentate in questa pagina sono autorizzate dall’IVASS a operare in Italia.

Scritto da
Andrea Tobanelli

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Vedi tutti i post
Scritto da Andrea Tobanelli