dove sei: Home » Banksy Does New York: il documentario sul writer Banksy

Banksy Does New York: il documentario sul writer Banksy

Nel mese di Ottobre 2013, lo street artist Banksy iniziò una sorta di ‘residenza’ nella città di New York, proponendosi di realizzare un’opera al giorno, toccando tutti i quartieri della metropoli. La vicenda divenne molto controversa, in quanto alcuni la intesero come troppo mediatica e quindi lontana da una filosofia purista di street art. Da questa esperienza è nato un documentario molto interessante, figlio dei nostri tempi e perfetto per visionare un quadro alternativo, quanto reale, della Grande Mela. Prodotto dal canale HBO e affidato al regista Chris Mourkabel, il documentario si intitola “Banksy Does New York”: scopriamolo assieme.

Il mese di ottobre 2013 ha visto la Grande Mela vivere un fermento speciale, grazie alla presenza di una ‘residenza’ temporanea dello street artist Banksy, intitolata Better out than in. Questa esperienza ha interessato delle opere realizzate in tutti i quartieri di New York e il documentario è stato prodotto impiegando molto materiale raccolto dalla gente comune, la quale ha messo a disposizione fotografie, video e post sui social che interessavano quel periodo. Molte delle opere sono state infatti rubate, vendute e anche rovinate, come spesso accade nelle creazioni legate alla street art.

banksy new york

La volontà dell’artista Banksy risiedeva nel dimostrare come fosse possibile fare arte anche in luoghi diversi dalle gallerie e quindi snodarsi dai circuiti delle persone che detengono il potere di questo settore. Lo show ha infatti coinvolto il pubblico, il quale è diventato parte integrante di una performance artistica a 360°.
Il documentario legato a questa performance artistica si è proposto come obiettivo principale la narrazione del rapporto e delle reazioni che sono nate tra le persone e le opere di Banksy. Il tutto è stato ricostruito attraverso le testimonianze di chi ha assistito alla creazioni giorno dopo giorno, di chi le ha fotografate, filmate e condivise sui canali social.

Il documentario può essere inteso come un’opera sull’arte ma, nella realtà, si tratta di un film che elegge New York e la sua popolazione come protagonisti assoluti. E’ interessante comprendere quali sono state le reazioni alle opere e alla loro realizzazione, in base ai diversi district nei quali sono state create.
Dall’allure snob di alcuni quartieri up fino alla tragicomica situazione dove le persone chiedevano denari ai passanti per poter fotografare le opere nei quartieri più popolari, ogni sezione racconta un micro cosmo di New York e quindi un pezzetto della sua anima. Questo tratto si presenta sicuramente come il più interessante, come il più innovativo e come il più sincero di tutto il documentario. “Banksy Does New York” è un film dedicato all’arte ma è anche un’opera pura che offre una splendida visione della Grande Mela, dei suoi abitanti e della sua vita di ogni giorno.

Photo: carnagenyc

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Aggiungiti alla discussione