frostop viaggio
dove sei: Home » Cena on the road da Frostop in West Virginia

Cena on the road da Frostop in West Virginia

Il ventennio che include gli anni ’50 e ’60 sono sicuramente la “golden age” degli attraversamenti del paese in auto. A mio avviso (e secondo storici e sociologi ben più blasonati del sottoscritto, che obiettivamente ha solo visto con i suoi occhi e ci ha ragionato sopra) i fattori determinanti sono stati tanti, fra i quali un ritrovato benessere dopo la guerra e una marcata e comprensibile tendenza verso una vita spensierata, il rientro di tanti soldati dal fronte che dovevano ricrearsi una vita, la necessità di riconvertire almeno una parte delle aziende meccaniche che avevano sostenuto gli sforzi bellici, la costruzione di tante strade e il prezzo del trasporto aereo ancora elevato, tale da non rendere questo tipo di viaggio accessibile a tutti.

Non a caso i grandi romanzi on the road sono proprio di questo periodo, da Kerouac a Steinbeck, così come fulgido era il mito della Route 66 dato che il sistema delle grandi Interstate era ancora poco più di un progetto.

frostop on the road

Logico quindi che la nazione capitalista avesse colto l’enorme opportunità di guadagno da questa massa di persone in movimento, organizzandosi per fornire ai viaggiatori tutta quella serie di servizi di cui essi necessitavano, ovviamente in puro stile americano: economico al massimo e velocissimo, come si addice a un popolo in perenne ed esasperato movimento.

Fondata nel 1926, la catena Frostop ebbe il suo massimo splendore proprio negli anni ’50 e ’60, prima di essere poi lentamente soppiantata dai moderni fast food che tutti conosciamo e che proliferano ancora oggi. Ma alcuni locali resistono ancora, tipo quello dove abbiamo cenato noi ad Huntington in West Virginia.

Particolarità del ristorante era ed è il servizio. Il cameriere annota il numero di parcheggio e non il numero di tavolo, ovviamente, e una volta pronto il cibo lo porta tutto all’auto e lo serve su un vassoio che si aggancia alla portiera, quando il finestrino è abbassato. Il sistema in pratica è quello che si vede spesso nei Flintstones, quando ordinano la bistecca di brontosauro.

E’ perfetto, per il viaggiatore americano: è economico, è abbondante ma soprattutto è rapido. Si scende dall’auto solo per andare in bagno e una volta finito di trangugiare il cibo si riparte immediatamente, tanto le bevande si possono bere anche mentre si guida: ogni auto americana dispone da sempre degli alloggiamenti per i bicchieri.

frostop virginia

Il cibo è quello classico dei fast food, fatto di patate fritte, hamburger e hot dog, ma la catena serviva e serve ancora adesso una root beer con il proprio marchio.

Frostop adesso ha il fascino delle cose perdute, ma probabilmente scelte economiche diverse lo avrebbero mantenuto in auge visto il proliferare di fast food odierno e il sorgere anche di locali “old style”. Lo abbiamo voluto provare proprio per questo, perché si è mantenuto inalterato negli anni nonostante tutto e tutti e perché volevamo provare l’ebrezza del viaggio nell’epoca d’oro del cross country, sognando per un attimo di essere alla guida di una Cadillac da 5 metri cromata fino al bullone più recondito.

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Aggiungiti alla discussione