detroit rinascita
dove sei: Home » Detroit in rinascita: la rivoluzione rosa

Detroit in rinascita: la rivoluzione rosa

Detroit è fallita, ma uno spiraglio di luce sta per apparire sul futuro plumbeo di questa metropoli interamente costruita sulla forza delle aziende automobilistiche. Come sappiamo, la crisi del settore e la bancarotta del comune hanno messo in ginocchio la popolazione e dato vita ad un paesaggio urbano quasi desertico. Chi ha potuto si è trasferito perché, come ben sappiamo, nelle città fantasma la criminalità può dilagare in un battibaleno.

Ma da quest’anno la situazione sta cambiando e chi ha scelto di abbandonare la città sta per essere rimpiazzato da una nuova fetta di popolazione, attratta dai costi bassissimi delle abitazioni e da una volontà di costruire un futuro migliore in una terra relativamente vergine. Come accadde per i primi pionieri, che iniziarono a costruire villaggi su posizioni improbabili, la storia si presenta ancora una volta ciclica e Detroit si sta popolando di persone che fuggono dai prezzi impossibili di città come New York per stabilirsi in spazi molto più a misura d’uomo.

Ma la vera rivoluzione, complice l’arrivo dei finanziamenti da parte del governo Obama, risiede nel fatto che le donne sono fra le prime a muoversi, in quanto stufe di ‘sopravvivere’ in metropoli succhia energie. Detroit diventa quindi la meta per madri single, che non ce fanno a pagare gli affitti esorbitanti di New York oppure di famiglie che vogliono sperimentare in prima persona la nascita di una nuova città. Il fermento c’è e si vede, in quanto Detroit sta lentamente risalendo la china.

detroit rivoluzione

Molte sono le attività proposte dal tessuto sociale, che mirano a valutare le bellezze e la storia della città, soprattutto quelle legate alla musica e alla tradizione funky. Non dimentichiamo, infatti, che a Detroit sono nate Madonna, Diana Ross e Aretha Franklin, per cui cose da vedere e da ascoltare ce ne sono per tutti i gusti.

Le donne che hanno scelto di trasferirsi a Detroit devono purtroppo combattere con zone fantasma della città, assolutamente pericolose e ricche di insidie. Scegliendo però di vivere in quartieri più sicuri, possono contare su servizi basilari e stanno dando vita alla nascita di associazioni molto attive sul territorio.
Molti sono i casi di associazionismo che interessano la comunità femminile, come gli incontri per comprendere il territorio e l’organizzazione di corsi di varia natura. L’unione fa la forza: Detroit sta pian piano rinascendo grazie alle persone che la vogliono ripopolare in modo positivo, pensando al futuro e ai valori che hanno fatto grande l’America nel corso dei secoli.

Photo Credits: Thomas Hawk, jimmywayne

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Aggiungiti alla discussione