halloween 2016
dove sei: Home » Halloween 2015 negli USA… trick or treat?

Halloween 2015 negli USA… trick or treat?

E’ indubbio che Halloween sia una delle tradizioni più radicate e popolari per i bambini americani che, a meno di poche eccezioni fra cui New Orleans in primis, non possono beneficiare del divertimento di mascherarsi a Carnevale. Non rimane che Halloween per scatenare la propria fantasia!

Non si tratta di una festa esclusivamente americana, e come tutti sanno ha tradizioni antichissime con influenze celtiche e cristiane: fatto sta che non conosco un altro paese al mondo dove la celebrazione di tutti i defunti (inclusi santi) sia più radicata e soprattutto più …. commercializzata.

In quasi tutti i negozi specializzati in party e festeggiamenti (e di catene dedicate ce ne sono davvero tante, ma non facci nomi) il materiale per Halloween comincia a essere esposto già dopo il 4 luglio, anche perché feste ufficiali nel mezzo non ce ne sono e di qualcosa si deve pur campare…..mica possono bastare gli articoli per l’estate!!

halloween chicagoUna villetta a Gold Coast, Chicago

Poi si arriva al clou dei festeggiamenti, il 31 ottobre. Formalmente le scuole sono aperte ma (almeno nelle scuole elementari) il mattino del 31 si usa per una piccola celebrazione: a scuola di mia figlia si teneva una parata mattinale dove fare sfoggio del costume che poi sarebbe stato usato la sera.

I costumi sono forse uno degli aspetti più sorprendenti di questa festa. Gli americani, in questo campo, mostrano una fantasia e un rigore davvero inaspettati e si presentano con delle realizzazioni che non sfigurerebbero nemmeno alla festa più esclusiva del carnevale veneziano. La differenza, semmai, sta nel tema: i costumi non sono pomposi e, questo mi ha stupito, non sono necessariamente ispirati al mondo dell’Horror. E devo dire, spesso sono gli adulti quelli più convincenti.

Quel giorno è d’obbligo visitare una delle migliaia di “Haunted House” (casa infestata) che vengono organizzate in giro per la nazione. Si tratta di stanza buie all’interno delle quali vengono allestiti delle sorte di tunnel degli orrori, e anche in questo caso mi stupisco della creatività degli americani. Alcune stanze, fra cui quelle della biblioteca di contea dove andavamo regolarmente noi, sono davvero degne di un set cinematografico!

Infine si arriva alla sera, il vero clou: si accendono i lampioni ed ecco sciami di bambini che girano di casa in casa (accompagnati dai genitori) per il tradizionale “trick-or-treating” (scherzetto o dolcetto), perfettamente mascherati e con cestelli appositi che si riempiono via via. Ma il vero spettacolo sono le case con giardino, decorate in una maniera talmente efficace che non potrò mai dimenticarlo…un vero piacere passeggiare, ammirare, fotografare….tanto a Washington DC tradizionalmente a fine ottobre la temperatura è davvero mite. Si va dai semplici Jack-O-Lantern (la zucca scavata che simboleggia l’anima dei defunti) fino alle ricostruzioni di interi cimiteri con tanto di tombe che si scoperchiano…..incredibile!

Ma siamo sempre in America, e ci vogliono le regole. I grandi stabili residenziali organizzano delle liste dei condomini che accettano le visite, che vengono consegnate ai bambini che entrano. Se invece vedete una casa con giardino senza decorazioni ma soprattutto con le tende chiuse, significa che i residenti non vogliono essere disturbati. e potete stare sicuri che nessuno lo farà!!

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Aggiungiti alla discussione