dove sei: Home » Jazz a New York: i migliori locali dove ascoltare buona musica

Jazz a New York: i migliori locali dove ascoltare buona musica

Gli Stati Uniti sono la patria del jazz, uno stile musicale che si basa sull’assoluta improvvisazione. Il genere nasce negli anni ’20 e da allora ogni centro dell’America, dai borghi più piccoli fino alle grandi metropoli, sono stati conquistati dalla musica sanguigna sprigionata da trombe, viole, violoncelli e pianoforti. Il jazz è una musica colta, dove la volontà di improvvisare porta le persone (anche sconosciute!) a raccogliersi per dare vita a session musicali in ogni momento e in ogni luogo, dalle strade affollate fino ai locali più particolari.

New York è senz’altro una delle città dove il jazz si è maggiormente affermato e dove i cultori del genere possono incontrare luoghi magnifici dove ascoltarlo. Molti sono, infatti, i locali che si presentano come veri e propri templi del jazz e dove le persone possono recarsi per ascoltare musicisti di grande bravura.

Fra i tanti, spicca Arthur’s Tavern, un locale dislocato al 57 di Grove Street (Tel.: 212-675-6879). La taverna è soprannominata “Home of the Bird“, e durante le sue serate si possono ascoltare generi che spaziano dallo straight ahead jazz fino al più classico new orleans e style jazz. Per ascoltare i concerti non si paga l’ingresso e il locale merita una visita anche per l’atmosfera ‘old style‘, dove spicca il mobilio anni ’40. Ogni sera, da ben 35 anni, il locale ospita un’esibizione della stessa band, gli Stompers, musicisti di esperienza che animano la serata con il loro repertorio di jazz puro. Un altro punto di riferimento per chi ama il genere è sicuramente il B.B. King Club, dislocato nel downtown al 237 di West 42nd Street (tel.(212) 997-4144).
Questo locale è molto grande, in quanto può ospitare fino a 500 persone. Anche se il cartellone degli eventi si è aperto al rock e al pop, non mancano le serate dove viene suonato ottimo jazz. Interessante è il brunch domenicale, appuntamento accompagnato dall’intrattenimento musicale dell’ Harlem Gospel Choir.

jazz new york

Ed ecco, infine, il tempio del jazz newyorchese, un locale dove i grandi nomi della scena hanno suonato durante gli anni e che promette una serata ricca, accompagnata dal top dei musicisti di jazz di tutto il mondo. Stiamo parlando del Birdland, dislocato al 315 di West 44th Street (Tel.: 212-581-3080). Questo locale deve il nome alla leggenda del jazz Charlie Parker, soprannominato ‘Bird’ per la sua leggerezza e la sua eterea arte nel suonare il jazz.
Il Birdland è aperto in città dal lontano 1949 anche se la sua sede originaria era dislocata a Broadway ed ha ospitato nel suo palco artisti del calibro di Count Basie, Dizzy Gillespie e Miles Davis.

Se vi capita di incontrare qualche album ‘live’ registrato in questo locale non meravigliatevi in quanto, grazie all’acustica perfetta che lo contraddistingue, il Birdland è stato lo scenario di tante registrazioni, divenute poi album di grande successo.

Il locale ospita ogni anno festival musicali tematici, come l’ormai consolidato Umbria Jazz Festival in NYC e l’Annual Django Reinhardt NY Festival. L’unico problema di questo tempio del jazz è forse il costo del biglietto, in quanto assistere ad una session al Birdland può costare fino a 30 dollari, ai quali va aggiunta la consumazione obbligatoria di 10 dollari al tavolo. Il locale vale però questa cifra, sia per la qualità della musica che per la bontà dei suoi drink. Chi ama il genere può lasciarsi cullare dall’atmosfera rarefatta e molto ‘chic’ che il luogo sprigiona, approfittando di session sicuramente uniche al mondo.

Photo Credit: shinya, flickr4jazz

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Aggiungiti alla discussione