mercatini new york
dove sei: Home » Scoprire i migliori mercatini di New York

Scoprire i migliori mercatini di New York

New York è famosa per i suoi grattaceli, i ponti splendidi, la mescolanza di culture e gli elegantissimi negozi. A New York però è facile perdersi tra le mille bancarelle di uno degli irresistibili mercatini. La Grande Mela è un brulicante centro di culture e commercio e questo si riflette anche nella varietà del piccolo commercio ambulante; esistono mercatini delle pulci e mercatini di antiquariato, mercati alimentari al coperto e agglomerati di street food vendors. Vale la pena, se si è amanti dei mercati e si ha un po’ di tempo a disposizione per andare in giro, fare uso di un noleggio auto a New York e perdersi per le sue strade.

Una meta che non può davvero trascurarsi in questo tour alternativo della città che non dorme mai è il West 25th Street Market, nei pressi di Chelsea, tra la Broadway e la Sesta avenue, una vera mecca dell’affare. Per quanto la tradizione che riservava i mercatini delle pulci alla domenica abbia lasciato spazio a una apertura anche al sabato, le merci più pregiate e gli affari migliori continuano a farsi nel settimo giorno. Un tempo compratori indefessi esaminavano le merci con delle torce prima ancora che fossero esposte sulle bancarelle, quando erano scaricate nel cuore della notte, così si assicuravano i pezzi più introvabili, adesso probabilmente gli acquisti migliori possono farsi nel pomeriggio, approfittando della necessità di vendere per non riportare indietro la merce, strappando così un prezzo migliore. Il 25th Street market è insomma un luogo ideale per ravvivare una sonnacchiosa domenica pomeriggio dopo un weekend degno della fama di New York.

Non distante dalla 25th Street ecco il The Market NYC, ospitato nella palestra del centro giovanile St. Patricks a SoHo, esattamente al 268 di Mulberry Street. Questo vero e proprio bazar ospita una cinquantina di designers emergenti da tutta la città che si riuniscono nei giorni di sabato e domenica per vendere le loro creazioni. Sono assolutamente da evitare le ore della tarda mattinata o primissimo pomeriggio quando centinaia di giovani rifocillati dal brunch ma sicuramente affamati di shopping si contendono gli acquisti con scarso riguardo per il tranquillo passeggiare di chi vuole conoscere l’avanguardia dello stile di Manhattan.

Lasciata l’isola di Manhattan, ci dirigiamo a Brooklyn, patria dell’Hipsteria che ha avvolto tutte le metropoli mondiali ridefinendo il vintage e l’usato come cifra comune dei giovani alla moda. Ecco il Bedford Village Market, una piccola fiera che ospita alcuni tra i migliori stilisti e designers emergenti nel borough, è qui possibile trovare una vasta scelta di abiti vintage, prodotti di bellezza, gioielleria ed anche prelibatezze culinarie, in particolare le deliziose cupcakes di Swoon. Fermandosi per un periodo sufficientemente lungo si possono godere performance live e dj set in puro stile Brooklyn. Il Bedford Village Market è all’8 di Macon Street tra Arlington Place e Nostrand Avenue a Bedford-Stuyvesant.

Sempre a Brooklyn merita sicuramente una visita il Brooklyn Flea, un mercatino indie che ospita oltre 100 venditori che vendono merce nuova e usata. La sola offerta culinaria vale la visita con i panini di “Nosh on Porchetta” (intuibile il contenuto) ai grilled cheese di “Milk’s Truck” fino all’incredibile gelato di “Blue Marble”. Il Brooklyn Flea è al 176 di Lafayette Avenue a Fort Greene il Sabato da Aprile a Novembre. La domenica invece il mercato si sposta al One Hanson Place di Flatbush Avenue a Downtown Brooklyn.

Questo piccolo assaggio del mondo sempre in evoluzione dei mercatini di New York è un buon punto di partenza per fare esperienza delle interminabili e divertenti contrattazioni volte a portarsi a casa un pezzo della città più affascinante del mondo, i mercatini sorgono e spariscono con buona frequenza, quindi è sempre opportuno consultare TimeOut una volta giunti in città.

photo credit: gnta via photopin cc

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Aggiungiti alla discussione