myusa.it
organizzare new york
dove sei: Home » Come organizzare da soli un viaggio a New York: guida definitiva

Come organizzare da soli un viaggio a New York: guida definitiva

promo: Viaggia negli USA con la polizza viaggio Frontier Assicurazioni
10€ di sconto a persona!

New York è una delle mete più ambite al mondo e non vi nascondo il fatto che sia una delle mie città preferite, forse la mia preferita in assoluto.
Chi ha la fortuna di visitarla per almeno 7-8 giorni si può facilmente rendersi conto di quanto la più grande metropoli della East Coast USA abbia da offrire sotto ogni punto di vista.
L’architettura moderna è a livelli assurdi, esempi memorabili di Art Déco ma anche opere di più recente realizzazione (come il complesso del New World Trade Center), ogni edificio nel cuore della città, a Manhattan, ha una sua storia e una sua identità.

Gli amanti dell’arte non potranno rimanere indifferenti difronte ai capolavori esposti in musei come il MoMa, il Metropolitan, Il Guggenheim o la Frick Collection, tanto per citarne qualcuno.

Non sarà certo difficile trovare ottimo ristoranti e tavole calde, la città pullula di piccoli angoli, a volte nascosti, dove gustare specialità provenienti da ogni parte del pianeta.

Una città incredibile che ti accoglie con il massimo calore, immersi nella più totale indifferenza: tutto viaggia a ritmi assurdi, nessuno bada a te che vaghi con lo sguardo perso all’insù, eppure non vi sentirete mai soli. C’è una New York per tutti, come riconoscevano anche la Fallaci e Pasolini, due amici con idee quasi incompatibili che insieme scoprivano due New York totalmente differenti.

1- Quando andare

Passiamo subito alle cose pratiche perché questa vuole innanzitutto essere una guida per realizzare materialmente il sogno di visitare New York.

La prima questione che affrontiamo è un classico, il “periodo migliore” per andare. Come ripeto da anni ormai, una città come New York non ha periodi sconsigliabili e spesso non possiamo partire quando si vuole perché decide quel mostro chiamato lavoro.
Quindi il periodo migliore per partire è: quando si può!

Naturalmente, se avete la possibilità di viaggiare in ogni momento mi sento di consigliarvi la fine dell’estate, gli inizi dell’autunno ma anche la primavera inoltrata. In questi periodi il clima è mite anche se il rischio precipitazioni c’è sempre.

Sotto Natale la città è davvero bella ma tutto diventa più complicato a causa del massiccio afflusso di turisti che si traduce in lunghe code per le attrazioni principali (stesso discorso per le vacanze di Pasqua).

L’Estate può essere piuttosto afosa ma ha il vantaggio della giornate lunghe. L’inverno può essere molto rigido ed è anche molto lungo, le giornate sono corte ed i parchi non sono sicuramente sul meglio.

Io ci sono stato in tutte le stagioni e ne sono rimasto sempre affascinato.

2 – Quanti giorni

Altra domanda classica! Se volete vederla decentemente servono come minimo 8-9 giorni. Ne avete di meno? Ok, adattatevi e create un itinerario adeguato.
Certo, pretendere di vedere NYC in 3/4 giorni equivale a non visitarla, dovrete necessariamente tornarci!

guida organizza new york

3 – Prenotare il Volo

Primo e importantissimo passo, la prenotazione del volo. Dopo anni e anni di viaggio abbiamo selezionato i servizi migliori per poterlo fare risparmiando qualcosa. Qui trovate tutto.

Un consiglio che mi sento di darvi è, se ne avete la possibilità, di visionare un range di date vicine, spesso ci sono grosse differenze tra un giorno e l’altro. Inoltre è buona abitudine, quando cercate i voli, di utilizzare la scheda di navigazione in incognito del browser, onde evitare di farvi riconoscere e magari applicare “tariffe particolari”, pratica che alcune compagnie potrebbero seguire.

Da Roma Fiumicino si trovano spesso ottime offerte con la Norwegian ma sappiate che la tariffa base non prevede bagagli in stiva ma solo a mano, per cui poi dovete comperarlo. Alitalia, Emirates (da Milano) e le altre non hanno questo limite, quindi a parità di prezzo o prezzi simili…

Qui trovate la pagina con i partner selezionati per i voli.

4 – Trasferimenti da/per l’aeroporto a Manhattan/Brooklyn/Queens…

Una volta atterrati doverete raggiungere l’hotel che solitamente  prenderete a Manhattan, a Brooklyn o nel Queens.
Se atterrerete al John F. Kennedy (JFK) che è sito nel Queens, averete varie possibilità per spostarvi: se volete risparmiare potete usare Airtrain (treno per spostamenti in zona aeroporto) + la metropolitana da Jamaica Station. Alternativa economica molto valida per arrivare a Penn Station a Manhattan è Airtran +LIRR (il treno Long Island Rail Road).
Naturalmente troverete anche i bus (economici e anche validi) ed i taxi all’uscita del Terminal: mi raccomando prendete solo quelli ufficiali, mai farvi convincere dai tassisti abusivi.

Quindi se volete prendere il taxi uscite dal terminal e mettetevi in coda, magari chiedete il prezzo perché non sono economici.

Se atterrate al Newark Liberty (EWR) che è sito a Newark nel New Jersey potrete prendere Airtrain+PATH (che è un treno che fa la spola tra New Jersey e Manhattan) oppure bus o taxi, dove valgono le stesse identiche cose già dette per il JFK.

guida nyc

5 – Hotel: dove lo prenotiamo?

Altro aspetto determinante perché gli alloggi a New York costano tanto e la posizione è molto importante.
La nostra esperienza ci ha permesso di selezionare alcuni partner che trovate qui. In ogni caso il mio consiglio è di prenotare strutture che prevedano paga dopo e cancellazione gratuita, così se trovate di meglio annullate la precedente prenotazione.

Per quanto riguarda la localizzazione geografica dell’hotel, direi che il top è la Midtown di Manhattan ma anche Chelsea, Greenwich Village, East Village, Soho e Tribeca. Nel Queens l’ideale è Long Island City perché, seppur non bellissima, è davvero pratica e costa mediamente meno rispetto a Manhattan.
Anche Brooklyn può essere un’idea, quartieri come Brooklyn Heights sono perfetti ma di certo non troppo economici.

Se volete visitare con cura Manhattan (cosa obbligatoria se è la prima volta a NYC), non andate troppo lontano a prendere l’hotel.

Oltre ad alberghi ed ostelli c’è la possibilità di valutare la soluzione appartamenti/studios, con AirBnb. Può essere un’idea simpatica per vivere di più la città ma fatelo se vi fermate diversi giorni, altrimenti meglio l’hotel.

Qui trovate la pagina con i partner selezionati per gli hotel/alloggi

6 – L’itinerario e le attrazioni da non perdere

Questo è il punto più complesso: New York ha talmente tanto da mostrarvi che dovrete essere bravi a selezionare il meglio per i giorni che avete a disposizione.

Il segreto è naturalmente dividere in zone la città e procedere con ordine. Quindi con un mezzo (come la metro) arrivate nella zona prescelta e vi recate a visitare le attrazioni che avete selezionato, aiutarvi scarabocchiando una mappa può essere un’idea.

Per quanto riguarda musei e luoghi al chiuso potreste prevedere del tempo da dedicare durante l’itinerario oppure andare quando il tempo non è buono o ancora quando l’ingresso è gratis (quasi ogni museo ha il suo momento di free admission).

Qui trovate le principali attrazioni di NYC
Qui trovate un’esempio di itinerario
Qui trovate giorni/orari di free admission per i musei e collezioni

7 – Spostarsi in città

I mezzi pubblici Newyorkesi sono efficienti e relativamente economici (i taxi sono poco economici come già detto).
Sicuramente c’è da camminare tanto e, ai vostri piedi, dovrete abbinare qualcos’altro.

Non vi nascondo che sono un assiduo frequentatore della subway, la metropolitana newyorkese: efficiente, economica, super estesa e un po’ vecchiotta. Fate un abbonamento flat come il 7-days unlimited e viaggiate no stop 24h/24 per 7 giorni.

I taxi, se avete la possibilità di dividerlo, possono essere presi in considerazione ma risentono del congestionato traffico newyorkese.

Qui trovate la nostra video guida alla metropolitana.

8 – Acquistare un pass per le attrazioni?

Può essere una buona idea ma non tutti sono validi.

Qui ho recensito i tre più celebri, a voi la scelta.

pianificare new york

9 – Assicurazione Viaggio

Tanti, troppi ne ignorano l’importanza. La verità è che un banale incidente si può trasformare in una tragedia finanziaria e risparmiare qualche decina di € partendo senza polizza è una scelta poco intelligente.
Naturalmente se la dovete fare, fatela per bene senza farvi accalappiare da soluzione di low cost estremo! C’è la vostra salute e le vostre finanze in ballo! A me non piace correre rischi inutili.

Qui trovate le polizze che abbiamo selezionato nel corso degli anni e delle nostre esperienze.

10 – Gite Fuori Porta

Se avete giorni che volete spendere fuori New York, sappiate che avete molte alternative da valutare.

Città che meritano, da abbinare a NYC ce ne sono eccome! Boston è stupenda così come Philadelphia. Se volete spingervi ancora più a sud trovate l’interessante Washington D.C. e la bella Annapolis.
Le cascate del Niagara possono essere raggiunte con tour organizzati o noleggiando un’auto. Comunque io preferisco una delle città che ho elencato sopra (pur essendo un grande amante della natura), poi ognuno ha i suoi gusti.

Per raggiungere le altre metropoli del North East potete prendere il treno (amtral.com) da prenotare con anticipo altrimenti costa un botto, il bus che è sicuramente più economico ma un po’ meno comodo (greyhound, megabus).

Vicinissime a New York ricordo Hoboken che è nel New Jersey e può offrire bellissimi scorci su Manhattan: si raggiunge con PATH ed è la location della bakery del famoso chef Carlo (Carlo’s Bakery, del Boss delle Torte).

Qui potete trovare altre gite “fuori porta”.

Siamo arrivati alla fine, se volete aggiungere qualcosa o chiedere qualche consiglio in particolare vi invito ad iscrivervi al nostro gruppo su Facebook: fb.myusa

 

 

Andrea

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Responsabile Contenuti

Andrea

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Seguimi Su

Vuoi chiedere informazioni e consigli oppure raccontare il tuo viaggio in USA? Iscriviti al nostro gruppo privato su Facebook!

Vai al Gruppo Facebook!