myusa.it
tour usa low cost
dove sei: Home » Tour in USA Low Cost: viaggiare negli Stati Unit spendendo il giusto

Tour in USA Low Cost: viaggiare negli Stati Unit spendendo il giusto

promo: Viaggia negli USA con la polizza viaggio Frontier Assicurazioni
10€ di sconto a persona!

Scrivo questo articolo riportando la mia ultima esperienza on the road negli Stati Uniti, l’intento è quello di aiutare tutti coloro che vorrebbero pianificare una cosa del genere e vorrebbero evitare di buttare via soldi.
Non so se questa sia una vera e propria guida al low cost, diciamo che è più un diario che ha lo scopo di aiutarvi ad organizzare un viaggio su strada negli Stati Uniti senza spendere troppo, pagando un prezzo giusto.

Non sono infatti partito con l’intento di risparmiare tutto quanto possibile, ma sono un pianificatore per natura e questo mi permette di contenere le spese ogni volta: cerco semplicemente il giusto compromesso tra un minimo di comfort ed il risparmio.

Il mio tour parte da Las Vegas e va alla ri-scoperta (visto che ormai ci sono stato varie volte) di alcuni dei più bei parchi del South West USA: Zion, Bryce Canyon, Great Basin, Canyonlands, Arches e via dicendo.
Ho percorso quasi 5000 km in 14 giorni e mi sono dilettato in meravigliosi percorsi di Trekking e dopo anni di viaggi ho potuto finalmente appurare che il mio parco preferito è molto probabilmente lo Zion National Park.

usa viaggio organizzareThe Narrow, Zion National Park

Nonostante un paio di “notti brave” a Las Vegas, sono riuscito a rimanere sotto i 90€ al giorno tutto compreso. A questi vanno aggiunte le spese per il volo (a/r Las Vegas da circa 580€ e assicurazione viaggio (Frontier Assicurazioni viaggio versione Smart) che era sui 65€.
Premessa d’obbligo è che eravamo in due, quindi si potrebbe risparmiare sui costi fissi come auto, benzina e pass per i parchi partendo in 4 che è il numero perfetto per massimizzare il risparmio: se poi avete modo anche di condividere la stessa camera da 4, allora anche i motel ed hotel costano cifre irrisorie.

Questo è quello che ho speso nel mio ultimo on the road in USA fatto a ottobre 2017.

i costi sono a persona.

  • Noleggio Auto: 250€
  • Benzina: 180€
  • Mangiare/Bere: 320 €
  • Dormire: 380€
  • Parchi: 37€
  • Altro (parcheggi, lava-asciuga, spese varie): 100€

Sono 1267€ in totale, quindi sui 90€ al giorno. Pianificando per bene, scegliendo il periodo adeguato un bel tour costa all’incirca sui 2000€. Naturalmente ci sono tanti fattori da tenere in considerazione che fanno oscillare anche sensibilmente il prezzo: sto pensando al cambio euro/dollaro, al numero di partecipanti, al modo di intendere il viaggio stesso.

Avevo preventivato di restare sugli 80€ al giorno, cosa mi ha fatto sforare?

Direi Las Vegas, ho voluto soggiornare su un buon resort (Signature at MGM) e non ho cercato di risparmiare ad ogni costo: non amo affatto giocare d’azzardo ma una puntatina me la sono fatta comunque, siamo andati a cena in un posto decente, ci siamo fatti un paio di drink: niente di assurdo, è vero che lo scopo del viaggio era quello di provare a capire quanto si può spendere organizzandosi bene, ma quando sei in mezzo a tutte quelle luci certi obiettivi vanno a farsi benedire.

viaggio stati uniti economico

Noleggio Auto in US

Ho prenotato l’auto con un buon anticipo, in questo modo ho più scelta e quindi si può risparmiare qualcosa sicuramente. Las Vegas è naturalmente un aeroporto piuttosto trafficato, quindi si trovano molte offerte.
Purtroppo ormai ho passato da qualche anno i 25, quindi non ho sovrattasse; il mio itinerario è circolare, per cui si arriva e si riparte da Las Vegas evitando “tasse di sola andata”. C’erano tutte le condizioni per non spendere un’esagerazione ma ho deciso:

  1. che avrei scelto un’auto comoda: quindi mi sono diretto sulla categoria SUV, uno di dimensioni contenute che alla fine è stato un Nissan di cui non ricordo il nome. Per due persone è quasi sprecato ma doveva essere la nostra casa per 14 giorni, quindi meglio scegliere bene.
  2. che non avrei risparmiato sulla polizza connessa all’auto: quando noleggio è sempre una scelta intelligente evitare di cercare risparmi sull’assicurazione dell’auto a noleggio, scegliete quella più completa, rimborsi franchigia ecc… io ero coperto anche se mi perdevo la chiave (cosa che mi terrorizza sempre).

Una volta arrivato all’area noleggi del McCarran ho dovuto quasi litigare con il poco simpatico addetto che ha provato in continuo ed insistentemente ad appiccicarci ogni genere di inutile extra. Visto che avevamo incluso nella tariffa il GPS ha provato, senza dirci nulla, a darcene uno che ci sarebbe costano ben 25 dollari al giorno. Per fortuna che mi sono insospettito quando ho visto che aveva anche il wifi…

Avrei infine potuto risparmiare gli ultimi due giorni di noleggio, riconsegnando l’auto mentre ero a Las Vegas. Per questioni pratiche non l’ho fatto, anche perché l’hotel ha il parcheggio gratis per i clienti.

usa economici

Benzina negli States

Purtroppo non è più come nei miei primi on the road, oggi la benzina è più cara e il dollaro è più forte. Le auto americane, rigorosamente a benzina, non eccellono mai per consumi ridotti.

Mangiare e bere in USA

Qui abbiamo speso poco, principalmente per una ragione: la maggior parte delle volte abbiamo pranzato al sacco, ci eravamo portati una borsa termica e mangiavamo in giro tra le nostre escursioni. Anche la colazione spesso era fatta al volo nel motel, con roba acquistata al super mercato.
Dimenticatevi un pane decente e affettati degni di questo nome e preparatevi a smarrirvi nel settore dedicato agli integratori: visto il caldo che abbiamo trovato e i nostri percorsi da 15 km al giorno di media (non siamo esperti di trekking ma non temiamo la fatica), volevamo portare qualcosa che ci desso un minimo di sprint, quantomeno di sali minerali: anche il più piccolo market ha una scelta sconfinata di integratori per sportivi, roba assurda.

tour stati uniti

Dormire negli Stati Uniti

Anche per dormire ci siamo contenuti: sempre motel tranne che a Las Vegas cercando di rimanere in cittadine vicine ai parchi ma mai troppo. Se avete modo di campeggiare riuscite ad abbattere ancora di più i costi. Nei motel, se non in qualche rara eccezione, sarà difficile trovare una colazione: qualcuno era bruttino ma non mi sono mai sentito a disagio, ho dormito in posti peggiori.

Parchi USA

Per i parchi abbiamo risparmiato grazie all’Annual Pass da 80 dollari che include l’ingresso per praticamente tutti i parchi gestiti dal National Park Service (qui trovate le informazioni). Quindi non potrete entrare con quello nei vari Tribal Park come l’Antelope Canyon oppure la Monument Valley ma anche zone come il Grand Canyon West (dove c’è lo skywalk)
Considerate che nel sito ufficiale che vi ho segnalato troverete anche un documento pdf che raccoglie l’elenco di tutti i parchi convenzionati: il pass ha validità un anno e consente di entrare tutte le volte che si vuole.

great basin usaGreat Basin National Park

Se intendete visitare più di due parchi vi consiglio allora di fare il pass: nel sito ufficiale solo i residenti USA possono acquistare, quindi potrete comodamente farla all’ingresso del primo parco nazionale che visiterete, basta chiedere al ranger (ovviamente prima che vi faccia pagare l’ingresso).
Attualmente il pass non è nominativo né riferito ad uno specifico veicolo, quindi può essere utilizzato da altri: io preferisco sempre acquistarlo perché comunque contribuisce alla manutenzione dei bellissimi parchi americani.

 

 

 

 

Andrea Tobanelli

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Vuoi ricevere informazioni utili, sconti riservati e materiale super per pianificare i tuoi viaggi in USA? Iscriviti, odiamo lo spam quanto te!

Cliccando su "Voglio i Consigli di Viaggio!" , autorizzi myusa.it nella persona di Andrea Tobanelli al trattamento dei Suoi dati nel pieno rispetto del D.lgs 196/2003. Non riceverai mai spam.

Responsabile Contenuti

Andrea Tobanelli

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Seguimi Su

Vuoi chiedere informazioni e consigli oppure raccontare il tuo viaggio in USA? Iscriviti al nostro gruppo privato su Facebook!

Vai al Gruppo Facebook!