arlington cemetery washington
dove sei: Home » Visitare l’Arlington Cemetery vicino a Washington D.C.

Visitare l’Arlington Cemetery vicino a Washington D.C.

Washington DC non è solo la capitale degli Stati Uniti, è anche un vastissimo memoriale delle glorie americane, da celebrare nel massimo sfarzo possibile.

L’Arlington Cemetery, posto nell’omonima contea di Arlington in Virginia dall’altro lato del Potomac, proprio di fronte alla capitale, è uno dei principali componenti del sistema monumentale che caratterizza la città. Si raggiunge agevolmente in auto o ancor meglio utilizzando la linea blu della metropolitana, che una fermata dedicata proprio di fronte all’ingresso principale.

Io ho abitato per 3 anni a poca distanza dal suo cancello e dalle decine di migliaia di tombe racchiuse al suo interno, ma ho deciso di andare a visitarlo solo poco prima di lasciare la città, sempre intristito dalla sua cupa realtà.
E la sensazione non è cambiata una volta varcato il suo imponente cancello. In America resiste ancora la tradizione del cimitero anglosassone, aperto e considerato luogo di passeggio, e l’Arlington Cemetery non sfugge a questa logica: esiste addirittura un servizio navetta che raggiunge i luoghi più visitati del cimitero. Ma io lo considero un luogo di immane sofferenza, anche quando vicino a Natale vedevo decorare ogni singola tomba con una coccarda natalizia, o con una bandiera americana per il 4 luglio.

arlington cemetery metroLa metro che arriva all’Arlington Cemetery

Chi è sepolto nell’Arlington Cemetery? E’ essenzialmente un cimitero militare dedicato ai caduti americani di tutte le guerre, ma non solo: vi sono sepolti anche presidenti (Kennedy, ad esempio, una delle tombe più visitate) e altri americani considerai degni di questo onore (i morti dell’esplosione dello Shuttle di una ventina d’anni fa, per esempio).
E’ nato come cimitero per i caduti nordisti della guerra di secessione, e a rimarcare il disprezzo dei vincitori verso i sudisti sconfitti fu scelto come luogo proprio quello dove sorgeva la villetta del Generale Lee, il capo dell’esercito confederato, che vide requisire la sua proprietà e fu costretto a trovarsi un’altra dimora dove trascorrere i suoi ultimi anni. La casa è ancora là, in cima a una delle colline su sui è adagiato il cimitero, adibita ad altri scopi da quasi 150 anni.
Vi si trovano quindi i caduti della guerra ispano-americana, delle 2 guerre mondiali, della Corea, del Vietnam, della Somalia, dell’Iraq, e di tutti quei posti dove gli americani hanno visto cadere i loro militari.

arlington cemetery visitareLa bellissima vista su Washington D.C.

Ed è ancora tragicamente attivo perché quasi giornalmente si celebrano nuovi solenni funerali per i militari caduti in Afghanistan, sempre con il medesimo rituale consolidato che si conclude con la consegna della bandiera americana ai parenti della vittima, ultimo ringraziamento della nazione.
Il luogo più solenne è il grande complesso che accoglie la tomba del milite ignoto, dove gli uomini del 3° Reggimento dello US Army di stanza nell’annesso Fort Myer, il più antico tuttora esistente, vegliano costantemente in tutte le condizioni climatiche. E’ un luogo di forte suggestione, dove vige il silenzio più assoluto rotto solo dagli ordini scanditi durante il cambio della guardia e dall’incedere solenne della sentinella.
Un luogo che invita alla riflessione più profonda.

La mappa

[mappress mapid=”171″]

Adoro viaggiare, soprattutto negli Stati Uniti che sono da sempre la mia meta preferita. Nel 2009 ho deciso di fondare myusa.it per aiutare tutti coloro che desiderano organizzare una visita negli USA!

Aggiungiti alla discussione

1 commento
  • Cura dei dettagli, descrizione efficace e assolutamente realistica. Pienezza nei significati e ricerca dettagliata della parola.
    Grazie!!