• Search
Viaggi Indimenticabili negli USA
wall street

Wall Street, New York

dove sei: Home » New York » Attrazioni » Wall Street
andrea assicurazioni

Torna alle attrazioni

Zona: Lower Manhattan
Fermata Metro più vicina: Wall Street, Broad Street
Ideale per: passeggiare, rivere i film, visitare il cuore della finanza mondiale
Tour Guidato: Tour di Wall Street
Clicca per GoogleMap™

Quando si parla di Wall Street, spesso si fa riferimento all’intera area finanziaria della Lower Manhattan che sorge proprio intorno all’omonima via di Wall Street. Insieme all’adiacente Broad Street si viene a formare la più importante area finanziaria di tutti gli Stati Uniti e, forse, anche del mondo.
Nell’area si trovano alcuni edifici di rilevanza storica ed architettonica come il New York Stock Exchange (la borsa di New York), la Federal Reserve Bank, la Trinity Church ed il Federal Hall National Monument, dove George Washington giurò per la carica di primo presidente degli Stati Uniti d’America.
Una zona molto interessante sotto ogni punto di vista, tutta da guardare a testa in su, vista l’altezza vertiginosa di buona parte degli edifici. L’ideale è andare durante i giorni feriali per vedere il quartiere nel pieno della sua attività lavorativa: di notte e nei giorni festivi l’area è solitamente deserta.

Breve storia del Quartiere Finanziario

Wall Street deve il suo nome agli olandesi che, ai tempi in cui New York si chiamava New Amsterdam, eressero un muro che segnava il confine settentrionale della città. Nel seicento il muro fu abbattuto dagli inglesi. Già allora il luogo era conosciuto perché sede di scambi e attività economiche. La nascita del viene identificata con il Buttonwood Agreement nel 1792, un patto che coinvolgeva 24 brokers del luogo. Deve il suo nome al platano (in inglese buttonwood) sotto al quale avvenivano gli scambi tra i commercianti situato al 68 di Wall Street. Pian piano il quartiere si sviluppò sempre di più fino a divenire come è oggi: uno dei centri finanziari più dinamici e importanti al mondo.

wall street new york

Cosa vedere assolutamente al Financial District

Per visitare il Financial District, il nostro consiglio è quello di arrivare in una delle fermate della metropolitana della zona ed iniziare a girare a piedi toccando tutte i punti di interesse che andremo successivamente ad elencare. Poi naturalmente non dovete perdervi il New World Trade Center, il complesso nato sul terreno che ospitava le Torri Gemelle (WTC). Scendete quindi alla fermata di Broad Street e iniziate il vostro tour.

La Borsa di New York

La Borsa di New York, la New York Stock Exchange (11 Wall St), è sicuramente una delle attrazioni principali della zona. Famosa per la sua facciata a colonne corinzie, ogni giorno, in quell’edificio si decidono le sorti della finanza USA e di tutto il mondo. Fu istituita ufficialmente 1792 e da quel giorno ha vissuto tanti giorni buoni ma anche crolli improvvisi e funesti, come quello del 1929 o del 2007.
Non è naturalmente possibile accedervi in qualità di visitatori, l’ingresso per i membri è nella facciata opposta a quella con le colonne

Federeal Hall National Memorial

Federal Hall National Memorial (26 Wall St), situato praticamente di fronte alla borsa è il luogo dove George Washington giurò come primo presidente degli Stati Unti d’America nel 1789. E’ possibile entrare gratuitamente per visionare gli interni di questo bellissimo edificio in stile classico, ornato all’esterno da una statua in bronzo del presidente.

Charging Bull

Ornai divenuto simbolo del capitalismo e della Borsa statunitense, questo grosso toro di bronzo risiede nel Bowling Street Park sin dalla fine degli anni ’80. L’autore, Arturo di Modica, piazzo la statua sul suolo pubblico senza preventiva autorizzazione. L’amministrazione tentò di rimuoverla ma era ormai divenuta per i newyorkesi e non un monumento a tutti gli effetti. Ora il toro è ancora lì e ogni giorno viene attanagliato da centinaia di turisti intenti a fotografarsi secondo rituale, mentre toccano i suoi testicoli. Sembra porti fortuna!

Federal Reserve Bank

Federal Reserve Bank è la banca governativa USA, una delle 12 presenti sul territorio nazionale, pertanto in grado di emettere valuta contante. L’edificio fu progettato da York & Sawyer, la banca si trasferì in questa sede nel 1924. Cinque piani sotto terra si trova una delle cassaforte più ricche del mondo, una spropositata quantità d’oro che per il 98% appartiene a stati esteri.

Trinity Church

Trinity Church (74 Trinity Pl), una delle più interessanti chiese di New York City. Il progetto, risalente al 1846, si deve a Richard Upjohn ed è in pieno stile gotico. Un tempo era uno degli edifici più alti della città, oggi sembra piccolissima, soprattutto a confronto con i grattacieli che la sormontano letteralmente. Entrateci, se è aperta!

… e ancora

Altri edifici di importanza minore sono il n.26 di Broadway, un tempo sede della Standard Oil Trust che si riconosce per la lampada ad olio posto sulla sommità. Il Trinity Building che è un edificio in pieno stile gotico che doveva servire a complemento della Trinity Church. La Liberty Tower (55 Liberty Street), edificio molto interessante anch’esso in stile gotico che un tempo ospitava la Sinclair Oil, si riconosce perché rivestito in terracotta bianca. La Marine Mindland Bank, un grattacielo in vetro situato al 140 di Broadway.

wall street visita

Dove mangiare a Wall Street

Black Fox Coffee

Il Black Fox Coffe offre colazioni in puro stile US con bacon e uova strapazzate, l’avocado toast o il blueberry muffin e i croissant. Il locale è molto carino e il personale è molto gentile e disponibile. Unica pecca i prezzi non proprio bassissimi che però sono giustificati vista l’ottima qualità del cibo e del caffè.

Sweetgreen

Terri

Questo fast food è perfetto per i vegani ma grazie al gusto dei sandwich riesce a convincere tutti. i panini sono farciti con diverse cose, tutte simili alla vista ai gusti tradizionali ma adatti in realtà a chiunque: sia che si segua una dieta vegana, sia una dieta Kosher. Mi raccomando inoltre di non dimenticare di assaggiare uno smoothies: il Green Power è fenomenale.
Lascia un commento