• Search
Viaggi Indimenticabili negli USA

La ricetta originale dell’Apple Pie

dove sei: Home » La ricetta originale dell’Apple Pie
andrea assicurazioni

Nonostante vari di nonna in nonna, quella italiana è una torta, generalmente, con base di pan di spagna e con le mele sopra a guarnire.  Nulla a che vedere con la tradizionale Apple Pie americana, quella che avrete visto in decine di film e cartoni animati. Difficilmente scorderete quella di American Pie o le deliziose torte che Nonna Papera metteva a raffreddare sul davanzale della finestra. Insomma, la torta di mele è un vero e proprio simbolo della cultura USA, tanto da dar origine all’espressione “as American as apple pie”,e, cosa più importante, è davvero deliziosa!

Si dice che furono i coloni inglesi a dare origine a questa ricetta tra il XVII e il XVIII secolo. Nel New England questa torta era spesso consumata a fine pasto e, nel giro di poco tempo, grazie anche alla pubblicazione della ricetta, questo dolce si diffuse rapidamente in tutti i territori delle colonie, giungendo persino in Nuova Scozia. Col passare del tempo la Apple Pie divenne il simbolo indiscusso della ricchezza e prosperità americana, divenendo il dolce made in USA per eccellenza. Preparate il mattarello e le mele, si inizia!

Preparazione della Apple Pie originale

La preparazione della Apple Pie non è di per sé molto complessa, se si vuole renderla più bella si può dedicare più tempo alla decorazione, magari aggiungendo qualche dettaglio in pasta brisé come rose e cuori alla copertura.

Ingredienti

Per la base e la copertura (teglia 25 cm di diametro):

  • 450 gr di farina
  • 220 gr di burro
  • 100 mL di acqua

Per il ripieno:

  • 1 kg di mele (Granny Smith)
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • noce moscata q.b.
  • 1 baccello di vaniglia
  • 2 bicchieri di acqua
  • 1 limone
  • 100 gr di zucchero
  • 20 gr di burro (facoltativo)

Preparazione

Per cominciare prepariamo la base. A differenza delle nostre crostate questa preparazione non vede l’utilizzo della frolla ma della pasta brisé, priva di uova e zucchero. Questo, a mio avviso, rende il tutto molto meno stucchevole, essendo già molto dolce il ripieno.
Per prima cosa inseriamo il burro, freddo di frigo, in una planetaria con la farina e mettiamo in funzione per ottenere la sabbiatura. Aggiungete un po’ alla volta l’acqua, molto fredda. Spostate il composto granuloso su una spianatoia e impastate a mano fino ad ottenere una pasta liscia.  Avvolgetela nella pellicola e fate riposare per circa 20 minuti in frigo.  Se non avete una planetaria potete impastare tutto direttamente a mano, magari aiutandovi con un frullatore per ottenere la sabbiatura.

Nel frattempo che l’impasto riposa in frigo, procediamo con la preparazione del ripieno procedendo alla sbucciatura e pulizia delle mele. Le mele ideali per questa preparazione sono le Granny Smith, se non le trovate, usate le renette, sempre adatte per la preparazione di dolci. Tagliate le mele a spicchi e mettetele a bagno in un po’ di acqua e limone per evitare che si anneriscano. Versate lo zucchero, la cannella e la noce moscata in una pentola antiaderente e aggiungete l’acqua. Fate cuocere a fuoco dolce fino a che il caramello non inizi a fare grosse bolle. Nella ricetta a questo punto viene aggiunto dell’altro burro che io personalmente evito data la quantità già presente nell’impasto, per rendere il ripieno ancora più gustoso. Aggiungete infine la vaniglia ( va bene anche la vanillina se non avete i baccelli), la buccia di limone e le mele e lasciate ammorbidire un po’ le mele.

Prendete la teglia, possibilmente con i bordi ondulati, e imburratela. Dividete l’impasto in due: una parte, quella per la base, deve essere un po’ più grande dell’altra. Stendete la pallina più grande su una spianatoia leggermente infarinata. La pasta deve essere alta circa mezzo cm. Stendetela sulla tortiera aiutandovi con mattarello. Aggiungete il ripieno e qualche fiocchetto di burro. Chiudete la torta con un altro disco di pasta brisé e incidete dei piccoli raggi al centro. Questo non solo renderà la vostra torta più  bella, ma permetterà al vapore di fuoriuscire dalla torta.

Infine spennellate la torta con un tuorlo d’uovo e spargete un po’ di zucchero sulla superficie. Infornate a 180 gradi, forno statico per 45 minuti, prestando attenzione negli ultimi 10 minuti in modo che non si bruci.

La torta di mele si mantiene anche una settimana fuori frigo e è perfetta per fare colazione.

Negli USA l’Apple Pie viene servita con la panna montata o del gelato

 

Alcuni consigli

  • Se siete intolleranti al lattosio o vegani potete tranquillamente sostituire il burro con la margarina.
  • Se non avete tempo o voglia, potete comprare una base brisé già pronta.
Scritto da
Ilaria Tobanelli
Vedi tutti i post
Scritto da Ilaria Tobanelli

Solidarietà Digitale myusa.it regala fino al 13 aprile la sua super
Guida a New York City in pdf